Saldi estivi, quando iniziano? I consigli per evitare fregature

Come sempre il tanto atteso periodo di sconti è fissato per luglio e si prolunga fino alla seconda metà di agosto, con alcune differenze tra le varie regioni italiane

L'appuntamento con il periodo più conveniente per fare shopping approfittando di sconti e offerte si rinnova puntuale anche quest’anno, nel mezzo della bella stagione che, visto il maltempo così prolungato, non è mai stata tanto attesa. I clienti di tutta Italia, da poco reduci da un cambio di stagione degli armadi ordinato in ritardo rispetto agli altri anni, hanno solo da segnare in rosso sul calendario la data di inizio dei saldi estivi 2019, così da rimandare gli acquisti meno urgenti e risparmiare grazie a sconti e offerte.

Saldi estivi 2019, quando iniziano?

Mentre i più volenterosi già compilano l’elenco con i capi di abbigliamento, le scarpe, gli accessori da acquistare a prezzo scontato per rinnovare il guardaroba senza spendere una fortuna, la domanda è per tutti una sola: quando iniziano i saldi estivi 2019? Come sempre il tanto atteso periodo di sconti è fissato per luglio e si prolunga fino alla seconda metà di agosto, con alcune differenze tra le varie regioni italiane. La data iniziale stabilita per i saldi estivi 2019 è (salvo alcune eccezioni) la medesima per tutte le regioni, mentre quella che varia in base ai casi è la data in cui termina il periodo delle offerte promozionali. In Emilia Romagna, gli sconti partiranno sabato 6 luglio e termineranno il 30 agosto.

Gli sconti applicati e i consigli per evitare fregature

Approfittare dei saldi significa acquistare prodotti di qualità a prezzi scontati che possono variare dal 5% al 70% del costo iniziale. Sia nei negozi fisici che in quelli online, gli esercenti invogliano all’acquisto ribassando ulteriormente i prezzi nell’ultimo periodo, motivo per cui è sempre consigliabile approfittarne il prima possibile o cercare il “capo del desiderio” online per evitare code.

Come sempre, il consiglio è quello di stare bene attenti per evitare fregature. "La legge prevede che i saldi non riguardino tutti i prodotti, ma solo quelli di carattere stagionale e quelli suscettibili di notevole deprezzamento se venduti durante una certa stagione o entro un breve periodo di tempo, in quanto fortemente legati alla moda", spiegano le Fiamme Gialle, ricordando che "il venditore è tenuto ad applicare lo sconto dichiarato; se alla cassa viene praticato un prezzo o uno sconto diverso da quello indicato, sarà bene comunicarlo al negoziante e non esitare, in caso di difficoltà, a contattare l’ufficio di Polizia Annonaria del Comune". Inoltre, chiariscono i finanzieri, il negoziante è obbligato a sostituire l’articolo difettoso anche se dichiara che i capi in vendita durante i saldi non si possono cambiare.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in ospedale: 20enne si lancia nel vuoto e perde la vita

  • Tragedia sui binari, muore una 13enne. Traffico ferroviario in tilt: cancellazioni e ritardi

  • Un forlivese taglia il traguardo dell'Ironman 2019 tra i primi cinque

  • Il maggiordomo vince in tribunale ed eredita 4 milioni di euro

  • Si schianta contro un furgone e resta incastrato sotto un'auto: grave uno scooterista

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

Torna su
ForlìToday è in caricamento