Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Seconde case, Bonaccini allarga le maglie: "Sì agli spostamenti oltre la provincia"

La decisione, spiega il presidente della Regione, è stata presa alla luce del fatto che "i primi tre giorni di fase 2 ci hanno consegnato un dato positivo nella mobilità"

E' vicino ad una svolta il "rebus delle seconde case". Il governatore dell'Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, nelle prossime ore firmerà un'ordinanza attraverso la quale "estenderemo alla famiglia e oltre i confini provinciali la possibilità di andare nelle seconde case a sistemare. Quindi anche oltre la propria provincia perchè abbiamo visto che tutto si sta svolgendo senza particolari problemi". La decisione, spiega il presidente della Regione, è stata presa alla luce del fatto che "i primi tre giorni di fase 2 ci hanno consegnato un dato positivo nella mobilità".

Bonaccini ha sottolineato che il provvedimento di estendere la mobilità verso le seconde abitazioni di proprietà è valido per una sola giornata. Quindi non ci sarà la possiblità di restare per dormire. Inoltre il confine preso come riferimento è quello della Regione. "In molti ci hanno chiesto di poter andare nelle seconde case oltre i confini provinciali - incalza il presidente -, ma manteniamo il limite di spostamento alla giornata per evitare assembramenti in luoghi di vacanza e villeggiatura".

Prosegue il governatore: "Dobbiamo avere ancora prudenza, ma abbiamo visto che fino a ora tutto si sta svolgendo con ordine e questo lo possiamo permettere. Non da soli, ma addiruttra con la famiglia. Andare e tornare permette la manutenzione, che significa anche  aprire la casa , sistemerare e cominiciare a mettere ordine per quando si potrà andare stabilmente". E conclude: "Spero che presto potremo dire che si potrà andare nelle seconde case e rimanerci il tempo che si vuole".

Il commento di Pompignoli

"E' con soddisfazione che leggo le dichiarazioni del Presidente Bonaccini sulla possibilità, molto presto, di raggiungere le seconde case anche oltre i confini provinciali - commenta il consigliere regionale della Lega, Massimiliano Pompignoli -. Era assurdo che fossero concessi gli spostamenti per la manutenzione di camper, roulotte e seconde case solo all’interno della medesima provincia di residenza. In questo modo i lidi ravennati e le località di Cervia e Milano Marittima rimanevano interdette ai tantissimi forlivesi e cesenati che per loro fortuna posseggono una seconda casa o un camper in uno dei tantissimi campeggi del litorale".

L'esponente forlivese della Lega si ritiene parzialmente soddisfatto: "Probabilmente Bonaccini si è reso conto dell’irragionevolezza di queste disposizioni e, preso per la giacchetta, ha fatto un passo indietro nell’interesse non certo della Lega, ma di tutti gli emiliano romagnoli. Speriamo che gli spostamenti possano quanto prima estendersi anche a più giornate, nell’assoluto rispetto delle vigenti misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Seconde case, Bonaccini allarga le maglie: "Sì agli spostamenti oltre la provincia"

ForlìToday è in caricamento