menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Strisce pedonali sicure. "Serve l'aiuto di banche e assicurazioni"

"Sono un'enormità di firme che fanno trasparire la sensibilità dei cittadini verso il problema della sicurezza dei pedoni". Il vicesindaco Giancarlo Biserna ha ricevuto martedì mattina la petizione

“Sono un'enormità di firme che fanno trasparire la sensibilità dei cittadini verso il problema della sicurezza dei pedoni”. Il vicesindaco Giancarlo Biserna ha ricevuto martedì mattina la petizione  per la messa in sicurezza dei passaggi pedonali a Forlì, promossa da Antonella Prestia, sostenuta da Asaps. Antonella si è mobilitata a novembre scorso, subito dopo la morte della madre, la 71enne Francesca Varacalli, travolta da un'auto in viale Bologna.

Sono 2.385 le firme raccolte nella petizione, “grazie all'aiuto di parrocchie e centri di aggregazione - spiega Prestia – all'inizio c'erano adesioni solo dalla zona di viale Bologna, poi, grazie al sostegno di Asaps, abbiamo raccolto firme anche ai Romiti, a Vecchiazzano, a Villanova e nelle zone di viale dell'Appennino e viale Roma. Le persone sono comunque diffidenti, perchè si sentono prima di tutto automobilisti, considerando il pedone come un pericolo. Questo mi hanno fatto capire in tanti”.

La petizione vuole riportare l'attenzione sulla necessità di portare avanti il progetto Zebre sicure, che prevede la messa in sicurezza di 40 attraversamenti pedonali in tutta la città. Per ora ne sono stati realizzati solo tre: in viale Roma, dove morì tragicamente la giovanissima Alice Valenti, in viale Risorgimento e viale Salinatore. Entro l'estate dovrebbe vedere la luce anche quello in viale Bologna, dedicato proprio alla madre di Antonella Prestia. Il vicesindaco conferma, senza tempistiche precise, che i prossimi saranno alla Cava, in via Sillaro e due tra viale Vittorio Veneto e viale Italia. “La semplice zebra non serve – ricorda Prestia – perchè troppo spesso chi si ferma per fare attraversare il pedone viene superato”


Il problema riguarda sempre i fondi. Una 'Zebra sicura' costa sui 15mila euro al Comune. “Per questo lo scopo della petizione  - conclude Giordano Biserni, presidente Asaps – è quello di chiedere sicuramente un miglioramento della segnaletica, orizzontale e verticale e dell'illuminazione. Riproponiamo il progetto 'Adotta una zebra', rivolgendoci in particolare alle entità economiche del territorio, banche e assicurazioni, che possano finanziare il progetto del Comune”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento