menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Università, quasi 20mila presenze per il Ceub: la Fondazione entra in società

Fondazione e Università di Bologna, che già detiene il 30% di quote Ce.U.B, collaboreranno al meglio per il supporto e la valorizzazione del Centro Universitario, sviluppando iniziative di formazione

Cresce la collaborazione tra Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì e Università di Bologna, con l’obiettivo di rafforzare ed innovare il territorio forlivese e romagnolo. In questa ottica di sviluppo ad ampio raggio, la Fondazione Carisp Forlì è recentemente entrata a far parte della compagine societaria del Ce.U.B. Centro Residenziale Universitario di Bertinoro, con il 30% di quote del capitale sociale.

Fondazione e Università di Bologna, che già detiene il 30% di quote Ce.U.B, collaboreranno al meglio per il supporto e la valorizzazione del Centro Universitario, sviluppando iniziative di formazione nelle sedi del multicampus in stretta connessione con il mondo dell’impresa e degli enti territoriali.

La compagine societaria di Ce.U.B. (capitale sociale 82.632 euro, suddiviso in 160 quote) risulta oggi così costituita: Alma Mater Studiorum - Università di Bologna 48 quote (30%), Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì 48 quote (30%), SER.IN.AR. 32 quote (20%), Comune di Bertinoro 24 quote (15%), Unindustria Forlì-Cesena  8 quote (5%.)

Si tratta di un riassetto importante per lo sviluppo della struttura di assoluta eccellenza nazionale ed internazionale posta all’interno della millenaria rocca vescovile, che ogni anno ospita oltre un centinaio di iniziative di alta formazione (convegni, conferenze, summer e winter school, corsi di alto perfezionamento) portando in Romagna esperti di fama internazionale, in una molteplicità di settori quali ICT, genetica, econometria, economia civile.

Docenti, ricercatori, esperti, dirigenti di enti ed imprese qui ospitati provengono in maggioranza dall’estero (oltre il 75%). Oltre a rappresentare un'effettiva risorsa economica per il territorio, il Centro bertinorese si va affermando quindi come una concreta opportunità di affermazione in chiave internazionale del territorio romagnolo, anche a supporto del tessuto imprenditoriale.

IL CEUB - All’interno dell’imponente cornice della millenaria area monumentale costituita dalla Rocca Vescovile, dal Rivellino e dall’Ex-Seminario, il Centro Residenziale Universitario di Bertinoro opera dal 1994 nel settore dell’Alta Formazione, della Ricerca e delle attività congressuali. Da oltre 20 anni Ce.U.B. mette a disposizione della Università di Bologna, di altre prestigiose università e centri di Ricerca italiani e stranieri, aziende, associazioni, agenzie congressuali e privati, 13 aule didattiche distribuite tra Rocca Vescovile, Rivellino, chiesa di San Silvestro e Teatro; 86 stanze tra singole e doppie per un totale di circa 140 posti letto e un eccellente servizio di ristorazione interna.In questi anni di intensa attività, ha maturato un’importante esperienza a livello nazionale e internazionale che consente alla struttura di rispondere alle diverse esigenze di agenzie, enti e privati, ospitando convegni, conferenze, summer e winter school e corsi di alto perfezionamento, portando in Romagna esperti di fama internazionale in una molteplicità di settori quali ICT, genetica, econometria, economia civile, diritti umani, ecc.

GLI EVENTI - Anche nel 2014 il Centro bertinorese ha ospitato eventi importanti, come i corsi di BiCi (Bertinoro International Center for Informatics) , la scuola CiDE (Centro Interuniversitario di Econometria) per dottorandi, le iniziative di EGF (European Genetic Foundation) sulla medicina genetica, le Giornate di Bertinoro per l’Economia Civile (curate da AICCON) e tanto altro ancora. Sono state 108 in totale le iniziative ospitate nell’anno da poco concluso, promosse e organizzate da università, enti, aziende e realtà diverse.

LE PRESENZE - Le 19.394 presenze complessive (considerando i soli pernottamenti legati a corsi ospitati a Bertinoro) registrate al Ce.U.B. nel 2014 rappresentano un ottimo risultato che suggella un interessante e virtuoso percorso di rilancio della struttura intrapreso negli ultimi anni: dalle 14.124 presenze del negativo anno 2010 di crisi, si è poi risaliti in questi anni riuscendo ad ottenere ottimi risultati già a far data del 2012 e comunque il 2014 rappresenta un risultato eccellente. Tale dato può inoltre intendersi ancor più positivo se si considera che nel corso del 2014 il Ce.U.B. non ha ospitato nessun corso sostenuto da finanziamenti ministeriali (MAE Ministero degli Esteri, Direzione Generale Cooperazione allo Sviluppo), mentre invece i dati del 2013 e 2012 comprendevano alcuni corsi voluti dal MAE e che avevano complessivamente portato a Bertinoro (per oltre 2 mesi) circa 80 tra funzionari e dirigenti di Egitto, Tunisia e Libia.


LA FORESTERIA - Dal 2010, Ce.U.B. gestisce poi anche la Foresteria Universitaria Docenti di Forlì, in via Carlo Pisacane 11, nel cuore del centro storico della città. La Foresteria Universitaria sorge in un contesto urbanistico di rilievo, a pochi passi dalla centrale piazza Saffi. La posizione privilegiata della Foresteria consente ai suoi ospiti (prevalentemente docenti dei corsi universitari forlivesi e altri ospiti di CeUB) di raggiungere in pochi minuti le sedi decentrate dell’Università di Bologna. In termini di ricettività, la Foresteria offre: 5 stanze a 2 letti, 14 stanze singole, 1 stanza tripla, 1 angolo cottura e 1 common room atta a renderla fruibile quale una sorta di “faculty club”.Anche nel 2014, così come ormai accade sistematicamente negli ultimi anni, le presenze dovute ad ospiti stranieri rappresentano circa il 70% delle presenze complessive. Tra queste presenze dovute ad ospiti stranieri (docenti, ricercatori, esperti, dirigenti e funzionari di enti ed imprese) che partecipano a corsi, workshop ed iniziative ospitate presso il Centro Residenziale Universitario di Bertinoro, varie e molteplici sono poi le specifiche nazionalità di provenienza
che, si ricorda, si muove con un approccio a mercato e pertanto deve ricercare le proprie marginalità dalla positiva e virtuosa gestione delle iniziative che ospita e questo in anni di difficile congiuntura economica.

LE COLLABORAZIONI - La collaborazione col MAE è invece già ripartita nel 2015, con l’approvazione di 2 corsi (la cui direzione scientifica sarà curata da parte di docenti della Università di Bologna) che avranno l’obbiettivo di formare a Bertinoro due gruppi di funzionari e dirigenti pubblici e privati del Myanmar che verranno in Italia per approfondire la conoscenza delle migliori tecniche per lo sviluppo turistico del loro terriotorio: entrambi i corsi si terranno al Ce.U.B. nel 2015 e saranno cofinanziato dal MAE. Oltre al rapporto con il Ministero, il Centro bertinorese ha già avviato anche altri rapporti con organismi internazionali e ONG in vista di nuove ed ulteriori collaborazioni, per un 2015 che, in merito al numero di presenze, si prevede possa essere in linea con il 2014.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlimpopoli, lavori su via Tagliata, usare percorsi alternativi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento