Cronaca

Raid vandalico e sgrammaticato: complotto dal cambiamento climatico ai vaccini, fino alla guerra e Agenda 30

Nuovo raid vandalico dei cosiddetti "no vax", i militanti riuniti sotto il simbolo della "W" che hanno imbrattato con scritte in vernice rossa un muro frontale del cimitero

Nuovo raid vandalico dei cosiddetti "no vax", i militanti riuniti sotto il simbolo della "W" che hanno imbrattato con scritte in vernice rossa un muro frontale del cimitero di San Martino in Strada. In questo caso numerose le scritte di dissenso vergate sul muro e ben visibili da via Campo degli Svizzeri e via Mazzatinti. Questa mattina, venerdì, c'è stato anche un veloce sopralluogo di una volante della Polizia. Non sono le prime scritte del genere che compaiono in città, ma in questo caso sorprende la vastità di argomenti abbracciati dai contestatori: in pochi metri di muro si contestano vaccini (il punto di origine storico dei contestatori, per poi arrivare a guerra, cambiamento climatico e perfino contro l'Agenda 30 dell'Onu per lo sviluppo sostenibile. In tutto questo vengono viste e denunciate supposto bugie e complotti. Risalta, però, nel messaggio degli esperti ora di Covid, ora di geopolitica internazionale, ora di climatismo e di nuove tecnologie e telefonia 5G, anche l'errore ortografico 'Vaccinatte' scritto con due 'T'.

scritte cimitero san martino 3

scritte cimitero san martino 2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raid vandalico e sgrammaticato: complotto dal cambiamento climatico ai vaccini, fino alla guerra e Agenda 30
ForlìToday è in caricamento