Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Visite agli amici dal 4 maggio? Bonaccini frena: "E' un azzardo. Restrizioni vanno rispettate"

"Se possiamo permetterci di ripartire è perchè le restrizioni hanno fatto abbassare il livello di contagio, quindi non possiamo scherzarci sopra", ha dichiarato Bonaccini

"Anche un'amicizia può essere un affetto stabile, come un fidanzato, se è considerato un amico vero e non è una scusa". Ma "servono le regole per far capire che non è un 'liberi tutti'". Così il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri ad 'Un giorno da Pecora' su Rai Radio 1. Parole che hanno colto di stupore il presidente dell'Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini. "Non l'ho capita fino in fondo nemmeno io", ha detto il governatore intervenendo mercoledì pomeriggio alla trasmissione "Pomeriggio 5" su Canale 5.

"Quella dell'amico mi pare un po' azzardata, perchè di amici se ne hanno tanti e il rischio è quello che ci si sposti a prescindere", dice il governatore dell'Emilia-Romagna. Lì, ricorda il presidente, "fummo i primi a vietare il jogging, ma da lunedì si potrà fare sport individuale, correre. Adesso che le cose vanno meglio è giusto, ma continuiamo dove ci sono restrizioni a rispettarle. Se possiamo permetterci di ripartire è perchè le restrizioni hanno fatto abbassare il livello di contagio, quindi non possiamo scherzarci sopra".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Visite agli amici dal 4 maggio? Bonaccini frena: "E' un azzardo. Restrizioni vanno rispettate"

ForlìToday è in caricamento