Mercoledì, 17 Luglio 2024
Politica

Parco della Resistenza, Europa Verde: "Aperto o chiuso? I cittadini pagano la sciatteria comunale"

"Ciò che i forlivesi conoscono per lo più come "i giardini pubblici" sono chiusi da una decina di giorni" dicono da Europa Verde FC

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

Dopo aver inaugurato in pompa magna i restaurati giardini del Parco della Resistenza in Piazzale della Vittoria, spacciandoli come idea propria e stando ben attenti a non far trapelare che si trattava di un progetto del programma pluriennale della Giunta precedente dopo poco li hanno chiusi.  Ciò che i forlivesi conoscono per lo più come "i giardini pubblici" sono chiusi da una decina di giorni. 

Molti cittadini si lamentano del cancello chiuso. Solo un minuscolo e sciatto cartellino appiccicato alla meglio al cancello ne spiega le ragioni: verifiche alla stabilità degli alberi. La sciatteria di chi dovrebbe dare informazioni corrette nasconde che solo una parte del Parco sarà oggetto di verifica, il resto è aperto, vi si accede da via 2 giugno, via Zanchini e via Bolognesi.
 
"Create disagi su disagi" si firma un cittadino mentre "esprimo forte disappunto" scrive educatamente un secondo a cui aggiunge "concordo" un terzo, anch'egli con tanto di firma. Anche da queste piccole cose si può verificare il baratro di inefficienza e pressapochismo in cui sprofonda giorno dopo giorno questa amministrazione e a farne le spese sono i cittadini, a cominciare da quelli che magari non hanno i soldi per andare in vacanza. Che ci voleva fare un paio di cartelli ben fatti e spiegare come stanno le cose?

Maria Grazia Creta e Alessndro Ronchi 
Europa Verde Forlì-Cesena

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco della Resistenza, Europa Verde: "Aperto o chiuso? I cittadini pagano la sciatteria comunale"
ForlìToday è in caricamento