menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Premio ai direttori dell'Ausl, Pasini (Udc): "Momento sbagliato"

"Sono perfettamente conscio – spiega Pasini – che queste delibere, sono state emesse perchè contemplate nel contratto di lavoro che prevede questi premi e riconoscimenti

“Ritengo doveroso evidenziare quanto è stato deliberato dalla Regione Emilia Romagna il 10 dicembre scorso, vale a dire l'autorizzazione alla liquidazione di un compenso aggiuntivo in favore dei Direttori Generali delle Aziende USL e Aziende Ospedaliere Universitarie, che troveranno sotto l'albero di Natale un assegno di circa 22 mila euro. Ma non basta, con loro condivideranno la gioia delle feste di fine anno anche i propri direttori sanitari ed amministrativi ai quali verrà erogato un compenso aggiuntivo di circa 20 mila euro. Il tutto per una somma totale di quasi un milione di euro, ovviamente a carico dei contribuenti”.

La notizia viene comunicata da Andrea Pasini, consigliere comunale e segretario provinciale Udc, secondo il quale “in un momento così "drammatico" come quello che stiamo vivendo, in cui la stragrande maggioranza delle famiglie sta facendo i cosiddetti "salti mortali" per arrivare alla fine del mese, venire a conoscenza di notizie di questo tipo lascia, in un primo momento, esterrefatti, sconcertati, e increduli, per essere un secondo dopo più che mai furibondi pronti ad urlare ai quattro venti la propria indignazione. Questa mia dichiarata perplessità non nasce dalla voglia di fare demagogia, ma per diffondere un'informazione e assolvere ad un compito di trasparenza che spero porti ad un "sussulto", ad una reazione della collettività, ma in primis faccia meditare gli amministratori e i dirigenti che hanno validato e sottoscritto tali liquidazioni".

"Nel momento in cui la sostenibilità economica, è tema di attualità in tutti i campi e più che mai nel Servizio Sanitario Nazionale, Regionale e Locale, se è vero, come è vero, che quanto prima occorrerà dar corpo ad una profonda riflessione sul nostro welfare ed in particolare sul modello di sistema assistenziale, che si vuole garantire ai nostri concittadini nei prossimi anni, ritengo prioritario, aprire una riflessione sulla opportunità, di elargire questi premi agli alti dirigenti del nostro Sistema Sanitari locale e regionale - chiosa Pasini -.Talmente prioritario, che dando alla stampa locale questa notizia, frutto di approfondite e dettagliate ricerche, mi auguro nasca un moto spontaneo di indignazione e di mobilitazione dei cittadini, ma, soprattutto, auspicando, un attimo dopo, che i nostri amministratori locali, in primis i Sindaci, si attivino nei confronti della Regione, affinchè si possano annullare queste delibere “ad personam” e destinare queste importanti risorse ai servizi sanitari rivolti direttamente alla collettività".

"Sono perfettamente conscio – conclude Pasini – che queste delibere, sono state emesse perchè contemplate nel contratto di lavoro che prevede questi premi e riconoscimenti, al raggiungimento di determinati obiettivi, ma vista la straordinarietà del momento, penso occorra un moto di buonsenso, comprensione e ragionevolezza. E questa mia proposta sarebbe proprio un buon esempio”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento