Sicurezza, Forlì per Bene: "Vittime trattate con superficialità"

"Le vittime sono prese con superficialità, le conseguenze del reato sono banalizzate, quasi fosse colpa dell' individuo. E poi quando il ladro viene scoperto, c' è qualcuno che si occupa di dare riscontro alla vittima?"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

In città,  ben oltre quei  fatti che emergono dalla stampa,  i furti in particolare continuano ad essere alti e poche sono le speranze di ridurli, pur con tutto l' impegno delle Forze dell' Ordine. Cosa può fare il Comune, pur consapevoli che l' attività principale per contrastarli e reprimerli è di Polizia e Carabinieri?
Sul Controllo di Vicinato qualcosa si sta muovendo, vedere Carpena, la videosorveglianza speriamo che aumenti, ma non bisogna fermarsi. Invece c' è un' altra cosa che si può fare e che finora non è  stata presa in considerazione. Tanti cittadini sono vittime di ladri, truffatori, borseggiatori. Forlivesi che vengono privati dei loro averi oppure soffronto un dolore sia fisico sia psicologico, perchè il furto è anche un grosso trauma per la persona.

Ma la cosa peggiore, sa signor Sindaco qual è? Le vittime sono prese con superficialità, le conseguenze del reato sono banalizzate, quasi fosse colpa dell' individuo. E poi quando il ladro viene scoperto, c' è qualcuno che si occupa di dare riscontro alla vittima, anche per tranquillizzarla, se non occasionalmente? Mentre l' interesse pubblico è rivolto verso l' autore del reato, le conseguenze che il reato ha avuto sulla vittima vengono presto dimenticate. E ALLORA BISOGNA CAMBIARE TUTTO QUESTO. Occorre che l' assistenza a questi cittadini venga messa in campo attraverso un Servizio Nuovo del Comune che si occupi  di accompagnare la persona derubata, specie se anziana e con scarso reddito, e/o con problemi di salute,  nelle sue esigenze, dalle consulenze legale alla duplicazione di documenti, dalla vicinanza psicologica alle riparazioni  di casa e ad  a valutabili aiuti economici, pensando ad un Fondo di Sostegno per tali spese.   Forlì nel campo del sociale è all' avanguardia, sarebbe bene che si attrezzasse anche da questo punto di vista, imitando quelle tante città come Modena e Brescia che già lo stanno facendo.

Giancarlo Biserna - Associazione Forlì per Bene

Torna su
ForlìToday è in caricamento