rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Politica

Sicurezza in città, il M5S: "E' allarme, ma l'amministrazione comunale latita"

E' quanto evidenziano i consigliere comunali del Movimento 5 Stelle Simone Benini e Daniele Vergini

"Allarme sicurezza in centro". E' quanto evidenziano i consigliere comunali del Movimento 5 Stelle Simone Benini e Daniele Vergini dopo la rissa con tanto di coltello nell'ultimo mercoledì di luglio e il palpeggiamento con furto di portafogli subìto da una ragazza forlivese. "Sono alcuni dei gravissimi episodi, verificatosi in questi mesi, che dimostrano come l’allarme sicurezza, a Forlì, sia più attuale che mai. Mentre l’amministrazione comunale a guida Pd latita - attaccano i pentastellati -. Anzi, sembra quasi disinteressarsene".

"E pensare che appena un paio d’anni fa raccogliemmo 2000 firme di cittadini d’ogni credo politico per lanciare proposte mirate a garantire l’ordine pubblico - ricordano -. Cosa fece il Pd come risposta? Ci bocciò la petizione proponendo un proprio ordine del giorno dimostratosi, nei fatti, farlocco e inefficace. E allora non ci resta che rilanciare, con più intensità, il tema sicurezza e cosa sarebbe opportuno fare per rassicurare la popolazione. In primis, riteniamo necessario e urgente rafforzare la presenza sul territorio della Polizia municipale. Almeno d’estate e durante le festività quando, cioè, la gente è portata di più ad uscire di casa per trascorrere serate all’aperto. In questi periodi centro storico e periferie necessitano di controlli continui: notte e giorno".

"Per questo pattuglie appiedate e motorizzate della Polizia municipale dovrebbero essere inviate su strada, attraverso un turnover h24, come “strumento” di prevenzione crimine - rimarcano Benini e Vergini -. Perché è evidente che più divise circolano in città, meno facilità di azione c’è per balordi e delinquenti. Insomma, meno Polizia municipale negli uffici e dietro le scrivanie, più Polizia municipale in giro per piazze, parchi e vie. Nel contempo, e questo sarà compito del M5S, forza di governo, una volta alla guida del Comune di Forlì, ci si dovrà attivare affinché i ministeri competenti dell’Interno e della Difesa rafforzino, in città, l’organico della Polizia di Stato e dei Carabinieri inviando, soprattutto nei periodi estivi e festivi, nuovo personale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza in città, il M5S: "E' allarme, ma l'amministrazione comunale latita"

ForlìToday è in caricamento