Matteo Nannini tra i big dell'automobilismo mondiale: premiato al gran galà della Fia

Il forlivese ha raccolto i frutti del suo 2019 di soddisfazione e crescita ricevendo il trofeo da Campione della F4 degli Emirati Arabi Uniti

Matteo Nannini tra i big dell'automobilismo mondiale. Il forlivese ha raccolto i frutti del suo 2019 di soddisfazione e crescita ricevendo il trofeo da Campione della F4 degli Emirati Arabi Uniti. Il talento romagnolo ha preso parte alla serata di gala organizzata dalla Fia a Parigi in una location esclusiva, il Museo del Louvre, unendosi agli altri protagonisti dei campionati della Federazione nel corso dell’anno. Alla manifestazione c'erano tra gli altri Lewis Hamilton, Fernando Alonso, Max Verstappen ed Alexander Albon, per citare solo alcuni dei piloti più importanti del pianeta.

Il 2019 di Nannini

Dopo un 2018 di intensa preparazione e test sulle vetture di F4, Nannini ha debuttato nel campionato di F4 UAE nel gennaio di quest’anno tra le fila del team Xcel Motorsport. Il giovane italiano ha da subito dato prova della sua velocità in tutte le sessioni, a partire dalla prima gara a Dubai vinta dopo essere scattato dalla pole position. Nannini conquisterà un totale di 16 podi in 20 appuntamenti, aggiudicandosi il titolo con un vantaggio di 68 punti sul proprio diretto antagonista Joshua Durksen. A luglio il forlivese è salito di grado, calandosi nell’abitacolo di una F3 per il debutto ufficiale in Formula Regional.

Dopo aver disputato il round di Vallelunga a maggio gareggiando per il Trofeo Aci, l’avventura di Nannini nella categoria si è aperta al Red Bull Ring con tre piazzamenti a punti. In un totale di quattro round, Matteo ha conquistato 43 punti che lo hanno visto figurare al 13esimo posto finale. Un’altra prova nel cammino di Nannini nel 2019 è stato il weekend conclusivo della Formula Renault Eurocup a Yas Marina come wild card del team MP Motorsport. Ancora una volta il forlivese ha dimostrato una notevole capacità di adattamento a un mezzo conosciuto in poco tempo tramite test e prove non ufficiali, chiudendo 5° nella seconda manche del fine settimana emiro.

"Il 2019 è stato sicuramente anno positivo per me - ha commentato Matteo - è stato il primo trascorso al volante di una monoposto in dei campionati internazionali. Dalla mia esperienza nella F4 degli Emirati non potevo aspettarmi di più, vincendo il titolo e risultando anche il miglior rookie. Questo importante traguardo mi ha aperto nuove possibilità nel corso dell’anno, come il debutto in Formula Regional, una categoria in cui ho fatto delle buone gare e ho conquistato un podio tra i rookie al Mugello. Ho dimostrato che la velocità da parte mia c’è, anche stando subito lì davanti con il team MP nel round finale della Formula Renault Eurocup ad Abu Dhabi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Punta un euro su un gratta e vinci e non crede ai propri occhi: il "Sette e mezzo" è fortunato

  • Nel weekend tornano freddo e neve, ecco dove sono attesi i fiocchi. Ma l'inverno non decollerà

  • E' confermato il ritorno della neve, ecco dove sono attesi i fiocchi bianchi: allerta "gialla"

  • Donna in carrozzina investita sulle strisce pedonali mentre attraversa vicino al supermercato

  • Cinquantenne malata di un grave tumore salvata dai primari di Forlì e Rimini

  • Tenta il suicidio lanciandosi contro le auto in transito: salvato dalla Polizia

Torna su
ForlìToday è in caricamento