Artusiana, il sindaco: "Molto soddisfatti di questa edizione. Lavoriamo già sul 2020"

La giornata di domenica ha ospitato la premiazione dei migliori Nocini nell’iniziativa promossa da Ais Romagna, in collaborazione con il Comune di Forlimpopoli, Casa Artusi e l’Istituto Alberghiero “Pellegrino Artusi” di Forlimpopoli. Questo il responso del concorso riservato ai nocini di produzione casalinga

Chiude con un “arrivederci” la Festa Artusiana, nove giorni di appuntamenti, eventi, spettacoli insieme ai protagonisti della cultura del cibo. L’arrivederci è a domenica 4 agosto con la Notte Bianca del cibo italiano, giornata in onore di Pellegrino Artusi, padre della cucina italiana. Prova generale del prestigioso anniversario del bicentenario della nascita del gastronomo di Forlimpopoli in programma nel 2020, il 4 agosto prossimo in tutta la Penisola sarà festeggiato per il secondo anno consecutivo il compleanno dell’Artusi.

“Siamo molto soddisfatti di questa edizione – afferma il sindaco di Forlimpopoli Milena Garavini – per l'alta qualità sia dell'offerta culturale che gastronomica, per l’ampia e soddisfatta partecipazione del pubblico, e ancor più per lo spirito che si è respirato in tutte le serate: all’insegna della convivialità, dello stare insieme, dell’accoglienza, in linea con il tema che quest'anno ha messo al centro la cucina domestica. Più che cullarci sugli allori siamo già proiettati all'edizione speciale del 2020 con l’importante traguardo del bicentenario della nascita di Artusi. Due sono gli elementi di novità sui quali vogliamo aprire fin d'ora una riflessione: un maggiore coinvolgimento dei forlimpopolesi, nello spirito originario della Festa; una valutazione a tutto tondo sulle iniziative culturali in vista del prestigioso traguardo del bicentenario con un convegno di respiro internazionale”

Premio concorso Nocini

La giornata di domenica ha ospitato la premiazione dei migliori Nocini nell’iniziativa promossa da Ais Romagna, in collaborazione con il Comune di Forlimpopoli, Casa Artusi e l’Istituto Alberghiero “Pellegrino Artusi” di Forlimpopoli. Questo il responso del concorso riservato ai nocini di produzione casalinga.Noce d’oro per Oriana Amadori di Forlimpopoli, secondo posto e Noce d’Argento per Paolo Amati di Carpi, terzo per Angelo Spilateri di San Zaccaria (Ravenna).

Migliore Nocino della Romagna è stato quello sempre di Oriana Amadori di Forlimpopoli. Curiosità: lo scorso anno il riconoscimento era stato conquistato dal figlio di Oriana, Alessandro Pasini. A premiare i vincitori il sindaco Garavini e la presidente di Casa Artusi Laila Tentoni.

La Festa, nella serata di domenica, si è chiusa con un brindisi nei vari stand della manifestazione, in particolare insieme ai “gemelli” di Villeneuve-Loubet, tra gli amministratori delle due cittadine: insieme hanno rinnovato il profondo legame di amicizia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nella nebbia parcheggia l'auto e si mette a dormire: ma contromano e nella corsia di sorpasso della Tangenziale

  • Giovane punta un euro al "10 e Lotto" e fa il colpo: "Gli tremavano le gambe dall'emozione"

  • Maxi-studio su 30 anni di cancro in Romagna: quanto ci si ammala e quanto si sopravvive, tumore per tumore

  • Maltempo, le piogge concedono una tregua: superato il picco di piena del Montone

  • L'altra faccia dell'emergenza abitativa, l'odissea del locatore: "Casa sfasciata dopo lo sfratto"

  • Si schianta col Porsche Cayenne di un forlivese e lo abbandona in strada

Torna su
ForlìToday è in caricamento