Anche i centri sociali per anziani vogliono riaprire: incontro in Comune su come fare

Le associazioni che hanno in gestione questi centri dovranno privilegiare lo svolgimento di attività all’aperto, riorganizzare i locali per assicurare il distanziamento sociale, pulire e disinfettare gli spazi

Si è svolta mercoledì una riunione organizzativa per fare il punto sulle modalità di riapertura dei centri ricreativi per anziani del comprensorio forlivese, alla presenza dell’Auser, di Rete Magica, delle associazioni di gestione dei sei centri ricreativi per anziani e dell’assessore al Welfare Rosaria Tassinari. “A spiegare nel dettaglio i contenuti e le misure di sicurezza del protocollo regionale sulla gestione e la riapertura di questi importanti punti di riferimento per i nostri anziani, c’era Roberto Bandini dell’Igiene pubblica che ha ribadito la valenza socio-ricreativa di queste realtà e risposto alle domande dei tantissimi gestori presenti all’incontro", spiega Tassinari. "Quello che vogliamo fare è riaprire in sicurezza, tutelando la salute di operatori, utenti e volontari. Per farlo, le associazioni che hanno in gestione questi centri dovranno privilegiare lo svolgimento di attività all’aperto, riorganizzare i locali per assicurare il distanziamento sociale, pulire e disinfettare gli spazi comuni, garantire una corretta e sicura somministrazione di cibi e bevande e rivedere la fruizione di alcune attività. Ad ogni gestore è concessa piena autonomia temporale in termini di riapertura. Non abbiamo inteso imporre alcun obbligo in tal senso perché alcune realtà, specialmente quelle meno strutturate, non sono in grado di garantire standard elevati di sicurezza e hanno già deciso di non riaprire per i mesi estivi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“In ogni caso, proprio per venire incontro il più possibile a queste associazioni e favorire la ripartenza dei nostri circoli, il Comune fornirà gratuitamente gel igienizzanti e dispositivi di protezione individuale, mentre l’igienica pubblica si farà carico dei tamponi per tutto il personale in servizio. Come ha ribadito Bandini – conclude l'assessore Tassinari – la riapertura dei centri sociali è molto più che auspicabile. I nostri anziani hanno bisogno di ritrovare quei momenti aggregativi e di socializzazione a cui hanno dovuto rinunciare durante il Covid. La necessità è farlo in sicurezza.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata non abbandona Corso Garibaldi: nuovo colpo al Lotto con un terno

  • La Bidentina si macchia di sangue: schianto contro un albero, perde la vita sotto gli occhi della fidanzata

  • Coronavirus, ci sono i primi due studenti positivi: nessuna chiusura di classi e scuole

  • Morto sulla Bidentina, Andrea superò un grave incidente. La sua esperienza per un progetto per giovani

  • Coronavirus, il bollettino domenicale: nuovi contagiati riconducibili a focolai già noti

  • Commando armato assalta una villa: minuti di terrore per una famiglia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento