Cronaca

Aeronautica Militare, il 2°Gruppo festeggia 83 anni a Forlì e si regala la mascotte Sunny: "In onore della Romagna Solatia"

Il comandante Zorzan, dopo aver letto il messaggio augurale del Generale di Brigata Pietro Spagnoli e aver a sua volta pronunciato il proprio discorso, ha presentato ufficialmente la mascotte del Secondo Gruppo

Il primo luglio del 1938 la città di Forlì accolse il Secondo Gruppo Manutenzione Autoveicoli dell’Aeronautica Militare in Via Leucadio Solombrini (l’allora Via Camillo Versari). "Sono trascorsi 83 anni da quel giorno e in tutto questo tempo migliaia di uomini e donne, militari e civili provenienti da ogni parte d’Italia sono passati dall’Ente dell’Aeronautica ed hanno dato il loro contributo e portato il loro indotto alla città mercuriale", le parole del comandante, il tenente colonnello Luca Zorzan.

Nel corso degli anni l'ente è cresciuto, adeguandosi alle nuove tecnologie, ampliando le proprie competenze ed implementando un'utile e duale presenza sul territorio: sempre presenti dove necessario con le capacità tecnico-operative e le straordinarie eccellenze riconosciute sia in Patria sia in campo internazionale. Il suggello all’importanza della presenza in città del Secondo Gruppo è stato dato lo scorso 26 aprile quando il sindaco, Gian Luca Zattini, ha consegnato la cittadinanza onoraria di Forlì al Reparto in una cerimonia solenne in Comune

Per festeggiare l’83esimo compleanno, giovedì si è svolta la cerimonia dell’Alzabandiera solenne alla presenza dei Labari dell’Associazione Arma Aeronautica e della Sezione di Forlì dell’Unsi (Unione Nazionale Sottufficiali Italiani). Il comandante Zorzan, dopo aver letto il messaggio augurale del Generale di Brigata Pietro Spagnoli e aver a sua volta pronunciato il proprio discorso, ha presentato ufficialmente la mascotte del Secondo Gruppo: Sunny. 

83 ANNI DI STORIA IN IMMAGINI - Il video

Zorzan racconta come è andata l'idea: "Poco tempo fa, parlando con dei bambini di una scuola mi è stata posta una domanda semplice, innocente come solo loro sanno fare: avete una mascotte? La risposta è stata purtroppo no, ma da quel giorno l’idea non è più uscita dai miei pensieri. Del resto una mascotte nel mondo della comunicazione è un valore aggiunto, un collegamento tra Istituzione e cittadino più diretto, meno formale, flessibile e completo che rafforza l’immagine di chi rappresenta e arriva con simpatia a tutti".

Il tenente colonnello, comandante del Secondo Gruppo, spiega l’identità visiva della mascotte: "Sunny è il vezzeggiativo dell’acronimo del nostro motto, Semper Ubi Necesse (Sun). Richiama il calore del sole e la spensieratezza e la serenità che danno le belle giornate soleggiate, noi che da 83 anni siamo in Terra di Romagna, la famosa Romagna Solatia. Sunny è il nostro stemma che prende forma robotica e si anima grazie alle componenti della nostra araldica, l’albero motore, il pistone e l’ala stilizzata di un’aquila".

"Inoltre Sunny ricorda anche le creazioni dei nostri artisti del ferro come Remo Zoli e Massimiliano Savorelli e raffigura la nostra identità istituzionale con al centro del corpo il simbolo stilizzato della motorizzazione che comprende anche gli apparati elettrogeni e ricorda ovviamente un sole con i suoi raggi illuminanti - conclude Zorzan -. Sunny nasce dalla domanda di una bambina, dall’arte di Massimiliano Murra e dalla professionalità di outsider del forlivese Francesco Di Tondo".

Mascotte Sunny

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeronautica Militare, il 2°Gruppo festeggia 83 anni a Forlì e si regala la mascotte Sunny: "In onore della Romagna Solatia"

ForlìToday è in caricamento