Cronaca

Dalla tavolata nel suggestivo borgo oltre 7mila euro per il campanile di Pianetto

Dal parroco, don Massimo, si leva un commosso ringraziamento per un risultato davvero straordinario

Buone notizie per il campanile di Pianetto. Il 28 agosto scorso le famiglie di Pianetto, le attività commerciali galeatesi e la Pro Loco “Mevaniola” di Galeata avevano organizzato – con il patrocinio del Comune di Galeata – una cena di beneficenza nel suggestivo borgo di Pianetto, per sostenere il restauro del cinquecentesco campanile della chiesa di Santa Maria dei Miracoli, attribuito all’architetto fiorentino Bartolomeo Ammannati. Nei giorni scorsi, gli organizzatori hanno disposto un bonifico di 7.212 euro a favore della parrocchia di San Martino in Pianetto, guidata dal parroco don Massimo Bonetti. Ed è proprio dal parroco stesso che si leva un commosso ringraziamento per un risultato davvero straordinario.

"Oltre settemila euro ricavati da una cena è un risultato che va al di là delle più rosee aspettative; il Signore ricompensi tutti i benefattori per la loro grande generosità", ha dichiarato don Massimo. L’iniziativa aveva visto coinvolti tutti gli agriturismi, i ristoranti, i bar, le pasticcerie, i chioschi, le aziende vinicole e i circoli di Galeata, oltre ad alcune attività commerciali locali specializzate in allestimenti. La cena di beneficenza aveva visto accorrere 220 commensali, che erano stati accolti da un aperitivo nel chiostro dei frati minori conventuali. A tavola gli ospiti avevano poi potuto gustare un delicato antipasto a base di insalatina fredda di coniglio e giardiniera di verdure. Il bis di primi aveva stuzzicato i palati anzitutto con prelibati cappellacci alle ortiche con ricotta vaccina gratinati al forno e successivamente con una deliziosa lasagnetta con fonduta leggera al gorgonzola, verze e salsiccia.

Come secondo piatto, ai commensali era stata presentata una gustosa proposta a base di prosciutto in crosta con patate al forno e salsa gremolada. Oltre a pane e schiacciata, non era mancata un’apprezzatissima piadina nella lastra; il tutto innaffiato da un ottimo vino. La ricca cena era stata suggellata da un trionfo di dolci della tradizione: la torta mantovana, il gelato mascarpone e fichi, il dolce “ramerone” (una specialità tipica di Pianetto) e i biscotti di Sant’Ellero accompagnati da moscato. Rientrati nel chiostro, gli ospiti avevano potuto accostarsi al caffè ed ai digestivi. “Una serata indimenticabile - conclude il parroco - segno della sensibilità dei parrocchiani e di tanti amici nei confronti del nostro patrimonio culturale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla tavolata nel suggestivo borgo oltre 7mila euro per il campanile di Pianetto

ForlìToday è in caricamento