Movida in centro, "Aperi-night valida alternativa ai Mercoledì". Intanto Forlì nel cuore convoca il cda: "Valutiamo le possibilità"

Minoia spiega le differenze nell'organizzazione dei due appuntamenti: "Quello dei "Mercoledì" è un evento che richiede una certa burocrazia da seguire in termini di sicurezza e che non si possono mettere a punto in pochi giorni"

"Non ci sono i tempi tecnici per organizzare i "Mercoledì" in centro. Ma l'attuale soluzione degli "Aperi...night" è una valida alternativa". Paolo Minoia, presidente dell'associazione "Forlì nel cuore", all'indomani del dibattito in Consiglio comunale acceso da un'interrogazione del capogruppo del Pd Soufian Hafi Alemani, spiega a ForliToday le ragioni per le quali è difficile stilare il tradizionale appuntamento estivo del centro storico mercuriale che i cittadini forlivesi hanno avuto modo di gustare negli anni precedenti e che l'emergenza sanitaria da covid-19 ha giocoforza stoppato. Ad intervista pubblicata, attraverso un'informativa, "Forlì nel cuore" ha comunicato la convocazione di un consiglio d'amministrazione per lunedì prossimo.

L'organizzazione dell'appuntamento

"Con l'amministrazione comunale abbiamo avuto un incontro alcune settimane fa circa la possibilità o meno di organizzare i "Mercoledì" e alla fine abbiamo concordato che di fatto era impossibile", spiega il presidente dell'associazione dei commercianti "Forlì nel cuore", Minoia. La movida del centro è animata dagli "Aperi...night" del lunedì, mercoledì e venerdì, organizzati dall'associazione dei commercianti "Forlìcentrostorico" e che sfruttano l'ampliamento e realizzazione di nuovi dehors a spese zero e della pedonalizzazione di alcune delle strade più frequentate del centro dalle 19 alle 23.

Minoia spiega le differenze nell'organizzazione dei due appuntamenti: "Quello dei "Mercoledì" è un evento che richiede una certa burocrazia da seguire in termini di sicurezza e che non si possono mettere a punto in pochi giorni. Inoltre bisogna considerare la ricerca delle band musicali, le domande da presentare alla Siae, l'organizzazione del servizio di vigilanza e la ricerca di sponsor. Si tratta di procedure che richiedono mesi di lavoro. La responsabilità di quel che accade, ad esempio dall'assembramento alla piccola rissa, ricade anche nel chi organizza l'evento, quindi "Forlì nel cuore". Insomma non è facile da mettere in piedi tutta la struttura e non ci sono i tempi tecnici".

"L'Aperi-night - prosegue Minoia - è semplicemente un'occupazione di suolo pubblico ed è libero. Lo si può considerare una versione ridotta dei "Mercoledì", senza musica, e che richiama comunque persone. E' valida soluzione alternativa. Io stesso ho notato tanti giovani in Piazza ed i bar che si sono organizzati in modo autonomo erano pieni".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'informativa di Forlì nel Cuore

Recita la nota: "Alla luce degli ultimi provvedimenti regionali in materia di emergenza Coronavirus e delle successive dichiarazioni dell’assessore Andrea Cintorino che apre alla possibilità di una collaborazione tra amministrazione comunale e Forlì nel Cuore per l’organizzazione, con determinate condizioni ed in forma adeguatamente ridimensionata, dei tradizionali “Mercoledì del Cuore”, il consiglio d'amministrazione della cooperativa promotrice ed organizzatrice della importante manifestazione estiva, oltre a esprimere soddisfazione per le parole dell’assessore, ha deciso di convocare un consiglio di amministrazione per lunedì prossimo, al fine di valutare tutte le opportunità possibili affinchè il cuore della nostra città, nel mese di luglio e, perché no, agosto, possa tornare ad animarsi, con l’attenzione e le prescrizioni che l’emergenza sanitaria richiede, con l’evento più importante della estate forlivese. A tal proposito e con spirito propositivo - prosegue la nota - il cda stesso si metterà subito in contatto con l’assessore Andrea Cintorino e con quegli operatori economici che già stanno ravvivando alcune strade del centro storico, con l’iniziativa Aperi-night".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tabaccheria ancora baciata dalla fortuna, nuovo terno al Lotto: "Forse una data di nascita"

  • Coronavirus, ecco il nuovo dpcm punto per punto: ristoranti chiusi alle 18. Stop per palestre, cinema e teatri

  • Forlì spiccherà il volo verso Spagna, Germania e Ungheria: ufficializzata la terza compagnia

  • Aeroporto, il Ridolfi torna sui radar di tutto il mondo: si parte con i voli commerciali

  • L'aeroporto di Forlì alla conquista del Mediterraneo: si allunga la lista delle compagnie

  • Due morti e un nuovo picco di contagiati nel Forlivese, altri due casi in più alla "San Camillo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento