Dovadola, nuovi lavori per la messa in sicurezza della strada verso Montepaolo

Con questo intervento, dal costo di circa 40mila euro, verrà rimosso il terreno che occupa parzialmente la sede stradale in seguito a un consistente movimento franoso avvenuto a poche centinaia di metri dalla confluenza con la Strada Statale 67.

Sono stati avviati a Dovadola nuovi lavori di straordinaria manutenzione e messa in sicurezza sulla strada comunale che conduce al Santuario e all'Eremo di Montepaolo. Con questo intervento, dal costo di circa 40mila euro, verrà rimosso il terreno che occupa parzialmente la sede stradale in seguito a un consistente movimento franoso avvenuto  a poche centinaia di metri dalla confluenza con la Strada Statale 67. 

Si tratta di uno dei danni maggiori che la strada subì in occasione delle ripetute giornate di pioggia insistente che si sono verificate nel corso dei primi mesi dello scorso anno. Finora non c'era stata la possibilità di intervenire perché mancavano i fondi necessari per asportare il materiale franato. 

"A tale scopo - informa il vice sindaco Kabir Canal - abbiamo destinato parte dei soldi che sono stati liquidati dalla Regione Emilia-Romagna come rimborso per i danni subiti in occasione dell'eccezionale nevicata del 2012. Tali danni furono riparati con fondi propri del bilancio comunale ed è per questo che con i 40.000 erogati a quattro anni di distanza si provvederà a mettere in sicurezza quel tratto e alla alla manutenzione del manto stradale ammalorato per circa tre chilometri. Abbiamo una importantissima scadenza da rispettare e dovevamo necessariamente rendere la via che porta a Montepaolo sicura e facilmente transitabile". Infatti giovedì 2 giugno, in occasione del Giubileo Straordinario della Misericordia verrà aperta una nuova porta Santa nel Santuario di Montepaolo dove Sant'Antonio di Padova visse tra il 1221 e il 1222, prima di svelare le sue straordinarie doti di predicatore a Forlì nel mese di settembre del 1222. Ed è proprio da Montepaolo che parte il Cammino del Santo che congiunge Dovadola con Assisi che sta diventando un punto di forza del turismo della vallata dell'Acquacheta con i conseguenti benefici per l'economia locale. Durante queste ultime settimane sono partiti decine di camminatori provenienti da ben 10 nazionalità diverse". 

Il vescovo della diocesi di Forlì Bertinoro, monsignor Lino Pizzi, presenzierà alla cerimonia del 2 giugno celebrando una messa solenne alle ore 17.00.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cacciatore ferito da spari durante una battuta di caccia: soccorso in gravi condizioni

  • Colpisce due auto e poi si cappotta nel fosso: pauroso incidente

  • Stormi di migliaia di uccelli volteggianti sulla città, frastuono sugli alberi: la spiegazione del fenomeno

  • Falegname e pizzaiolo nei weekend, apre una pizzeria tutta sua: "Vetrina che si riaccende in centro"

  • Nella notte spunta uno striscione a Forlì: "Liberazione costellata di massacri e distruzione"

  • Salvini ritorna in città: "Aeroporto, Forlì deve essere collegata al mondo. Coop? Aiutare quelle vere"

Torna su
ForlìToday è in caricamento