menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Farmacie, le varianti Covid accelerano la corsa all'acquisto di mascherine Ffp2. Boom di tamponi rapidi tra i giovani

Prosegue a passo spedito la campagna di screening per contrastare la diffusione del Covid-19, soprattutto in ambito scolastico e familiare, con tamponi rapidi e test sierologici

Le temute varianti del covid-19 stanno accelerando la corsa all'acquisto di mascherine del tipo Ffp2. A confermarlo è Mario Patanè, amministratore unico di ForliFarma: "Oggettivamente la richiesta è in forte crescita e le vendiamo a 1,90 euro cadauna, un prezzo molto più basso rispetto al passato". Patanè ha assicurato che "non ci sono problemi di approvvigionamento, sia per le classiche mascherine chirurgiche che per le Ffp2". Una situazione diametralmente opposta a quella di un anno fa, quando ad inizio pandemia era praticamente impossibile trovare un dispositivo di protezione individuale.

Tamponi rapidi

Intanto prosegue a passo spedito la campagna di screening per contrastare la diffusione del Covid-19, soprattutto in ambito scolastico e familiare, con tamponi rapidi e test sierologici. Illustra l'amministratore unico di ForliFarma: "In cinque nostre farmacie è attivo il servizio di "covid point" per l'esecuzione del tampone rapido, un servizio che svolgiamo in modo molto accurato, e ci sono tantissime prenotazioni quotidiane, con un aumento dei turni per cercare di soddisfare tutte le richieste". Nelle farmacie comunali il servizio viene svolto alla "Farmacia Risorgimento", "Zona Iva", "Ospedaletto", "Bussecchio" e a quella di Forlimpopoli.

"Sono stati allestiti dei gazebo all'esterno delle farmacie e c'è sempre un infermiere che supporta l'operazione di autotest da parte dei cittadini". Alcuni 'covid point' sono operativi anche tutto il giorno, dal mattino a pomeriggio inoltrato, con oltre 70-80 tamponi al dì. Le maggiori richieste? "Moltissimi studenti, anche perchè è un servizio gratuito al pari dei genitori e personale scolastico degli istituti di ogni ordine e grado, mentre per le restanti categorie il prezzo è di soli 15 euro".

In flessione, invece la richiesta di test sierologici: "C'è una richiesta maggiore dei tamponi, perchè vengono ritenuti più affidabili. Una circolare del Ministero della Sanità li ha equiparati a quelli molecolari come capacità di risposta alla presenza del virus, anche se con le varianti non sono affidabili al 100%". Importanti i dati presentati da Patanè: "In gennaio sono stati eseguiti circa 1800 tamponi rapidi, mentre a febbraio abbiamo superato quota 2mila".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento