menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Finalmente il Parco Nazionale ufficializza il nuovo presidente Luca Santini

La direzione e tutto il personale del Parco nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna esprimono grande soddisfazione per la nomina alla presidenza dell'ente di Luca Santini

La direzione e tutto il personale del Parco nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna esprimono grande soddisfazione per la nomina alla presidenza dell’ente di Luca Santini, già commissario straordinario per alcuni mesi, “porgendogli i migliori auguri di buon lavoro per il prestigioso incarico”. Si legge in una nota. “Siamo finalmente giunti al compimento di un percorso giuridico - istituzionale di cui il Parco aveva assolutamente bisogno”, ha dichiarato il direttore Giorgio Boscagli.

“Ed è stato fatto come si auspicava attraverso la nomina di Santini, che ha già dimostrato grande impegno, passione e dedizione in questi mesi di commissariamento, rappresentando l’area protetta con quella disponibilità al dialogo e apertura d’intenti che devono sempre caratterizzare il lavoro e la missione di un ente pubblico, in particolare di quelli, come i Parchi Nazionali, che devono garantire alle future generazioni la conservazione dei gioielli naturalistici del Paese. Finalmente la Natura del Parco e il suo territorio, con tutti i suoi abitanti, potranno contare anche sulla presenza di una figura chiave come quella del presidente – ha concluso Boscagli – con il quale auspico di proseguire già dai prossimi giorni la cordiale e fruttuosa collaborazione impostata in questi mesi.

Simonetta Saliera, vicepresidente della Regione Emilia-Romagna, ha augurato buon lavoro a Santini: "Su di lui c’è stata la condivisione di tutto il territorio casentinese:sono molto soddisfatta per una scelta che conferma l’impegno delle istituzioni. Santini già in questi mesi in cui ha operato come Commissario del Parco, ha dimostrato di avere passione e competenza per fare squadra e operare per rafforzare la sua comunità, per impegnare risorse ed energie per migliorare la qualità della vita delle persone, per sostenere il lavoro e le imprese della zona, per confermare quella cura del territorio di cui, soprattutto in zone fragili come la montagna, c’è tanto bisogno".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento