menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Forlì che non va, nuove segnalazioni: che calvario le strade!

"La città che non va": continuano a fioccare le segnalazioni dei cittadini che, nel loro piccolo, individuano i segnali di degrado e incuria sparsi per Forlì. Per le segnalazioni: redazione@romagnaoggi.it

“La città che non va”: continuano a fioccare le segnalazioni dei cittadini che, nel loro piccolo, individuano i segnali di degrado e incuria sparsi per Forlì. Il significato della raccolta delle segnalazioni è di migliorare la qualità della vita, nella consapevolezza che la nostra città resta un ambiente ben vivibile da cittadini. Le segnalazioni vengono quindi girate all'autorità, per i provvedimenti e le risposte del caso. Per inviare la tua segnalazione: redazione@romagnaoggi.it

Ecco le precedenti segnalazioni e relative risposte del vicesindaco Giancarlo Biserna: PRIMO GRUPPO | SECONDO GRUPPO

INCIDENTI ALL'INCROCIO VIA FOSCOLO- VIA LEOPARDI. Giuseppe Medri, in una articolatissima segnalazione, illustra una problematica “a nome del condominio del quale sono amministratore e di altri residenti di via Foscolo e di via Leopardi, una situazione di pericolosità stradale che prego di portare a conoscenza del Vice Sindaco”. Il punto di pericolo è l'incrocio stradale situato tra via Foscolo e via Leopardi. Spiega Medri: “Questo incrocio, nel quale la via Leopardi taglia con diritto di precedenza la via Foscolo, ha registrato nel corso degli ultimi 15 anni diversi incidenti stradali, di cui uno mortale (una decina di anni fa). Inoltre, dei quattro edifici posti agli angoli dell'incrocio, tre hanno subito diversi danni materiali. La dinamica degli incidenti è più o meno sempre la stessa: autoveicoli transitanti su via Foscolo con provenienza in genere da via Gramsci si sono scontrati con autoveicoli transitanti su via Leopardi con provenienza da viale Marconi. In tutti i casi, uno degli autoveicoli collisi è sbandato sul marciapiede, finendo contro la recinzione di uno degli edifici. Fortunatamente, finora, nessun pedone si è mai trovato sul marciapiede al momento dell'incidente. Gli ultimi incidenti si sono verificati il 21.12.12 e il 2.3.13”.

E ancora: “La via Leopardi è spesso utilizzata da automobilisti provenienti dalla zona industriale-via Bertini-via Gramsci per saltare le code del semaforo dell'incrocio via Gramsci-viale Roma ed arrivare su viale Roma per girare in direzione di piazza della Vittoria; questi automobilisti viaggiano talora a velocità ben superiori ai 30 km/h (verificato personalmente) e in prossimità dell'incrocio via Foscolo-via Leopardi, anziché rallentare, suonano il clacson”. I residenti quindi chiedono che i “ cartelli "dare la precedenza" dovrebbero essere sostituiti con cartelli di "stop", un dissuasore di velocità ubicato in via Leopardi in prossimità dell'incrocio e la trasformazione di tutta la via Leopardi in strada a senso unico in direzione di viale Roma. Le segnalazioni che mi dicono sono state inviate alla competente Circoscrizione non hanno finora avuto esito”.

PARCHEGGIO SELVAGGIO IN ZONA STAZIONE. Un cittadino segnala le auto normalmente parcheggiate fuori dagli stalli nel parcheggio vicino alla stazione ferroviaria, dietro la sede dell'Inps. In questo caso, più che le multe selvagge nei confronti di veicoli che in gran parte appartengono ai pendolari che lavorano fuori città, si richiede di regolamentare la sosta predisponendo nuovi stalli e segnaletica, laddove non arrechi intralcio al traffico

WATER ABBANDONATO. E' un classico del degrado vicino ai cassonetti: un residente ci segnala, anche fotograficamente, la presenza di un vecchio water abbandonato dietro i cassonetti in viale Bolognesi, in piena zona residenziale. Lo spettacolo indecoroso era visibile anche dal campo sportivo della parrocchia Regina Pacis.

NUOVA ROTONDA IN VIA BERTINI. Una segnalazione chiede di impedire, per chi viene da via Copernico, l'immissione a sinistra in via Bertini, in direzione centro città. Questo perché a poca distanza è stata realizzata la rotonda della nuova tangenziale e quindi il traffico da via Copernico – a detta della segnalazione – dovrebbe essere incanalato tutto a destra e smistato poi dalla rotatoria appena realizzata

CARTELLO NON VISIBILE. In zona Foro Boario, all'immissione di via Gorizia da via Ravegnana vi è sull'incrocio una selva di cartelli con indicazioni stradali. Tuttavia sono posizionati in modo tale che la tabella indicante il nome della strada ('Via Gorizia') di fatto resta invisibile, nascosta dietro gli altri segnali. La segnalazione chiede pertanto al Comune di migliorare la situazione.

DOSSI IN VIA DON MINZONI. Stefano Viroli lamenta un disagio in via Don Minzoni: “Ci sono quattro dossi, due dei quali in prossimità di incroci poco frequentati. Un dosso è talmente alto che la macchina quasi si stacca da terra”.

ANCORA BUCHE IN VIA BALDRACCANI. Non c'è pace per le buche in via Baldraccani. Ad una segnalazione precedente il vicesindaco aveva risposto che le buche erano già state colmate con asfalto a freddo. Non è però d'accordo Antonella Sozzi: “A tutt'oggi la via Baldraccani è' nelle stesse condizioni di qualche settimana fa. Nel frattempo si è aperta anche una buca nella rotonda di via Seganti con Via Baldraccani. a mio modesto parere sarebbe utile che si facesse controllare ai comitati di quartiere che i lavori siano realmente eseguiti e nel modo migliore”.

VIALE DELLA LIBERTA'. Nicola Colella, ricordando che viale della Libertà non è solo una strada di alto traffico, ma “un patrimonio storico dell'architettura razionalista”, segnala che “viale della libertà ormai non ha più un manto stradale, le querce sono state abbattute quasi tutte e le siepi che adornavano la strada non esistono più e sono rimasti solo i cordoli che le delimitavano e che adesso sono molto pericolosi per i pedoni. Inoltre con la realizzazione del nuovo punto bus tutti i cittadini e turisti passano quasi esclusivamente da viale della stazione e non è certo una bella pubblicità per il nostro centro storico già in forte crisi”.

USCITA CAVA DELLA TANGENZIALE. L'asse di arroccamento, il pezzo di tangenziale tra via Ravegnana e viale Bologna, è nel mirino di una lettrice, Claudia: “Ci sono dei lavori, ma non può passare l' assenza totale di illuminazione all' uscita della Cava. Se uno non è della zona, non la vede. L'uscita, inoltre, è a gomito e per questo ci vuole una luce nella segnaletica di uscita 'Cava'”.

PIAZZALE DELLA VITTORIA. Fausto Serra rileva un problema di insicurezza, nella zona di piazzale della Vittoria. Questa la sua testimonianza: “Abito nella zona di Piazzale della Vittoria che, ultimamente, è frequentata sempre più da extracomunitari che mettono in atto gesti e comportamenti molto compromettenti e malintenzionati. L'altra sera sono stato seguito da un tizio che avevo incrociato casualmente per strada, che si è improvvisamente incappucciato e ha cominciato a seguirmi, dandomi cenni di cattive intenzioni. Erano l'una e mezza e la città era deserta, spopolata, senza che passasse alcuna pattuglia a controllare, che successivamente è passata dopo la mia segnalazione. Via Fulcieri è buia, così come via Buonarroti e non sono stato il solo ad essersi lamentato della microcriminalità”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento