Cronaca

Forlì verso un'ordinanza che chiude le scuole superiori alla didattica in presenza, decisione attesa tra poche ore

E' l'orientamento del sindaco di Forlì Gian Luca Zattini e del presidente della Provincia Gabriele Fratto. Nel corso della mattina di lunedì si sono susseguiti frenetici i contatti

Si va verso la chiusura delle scuola superiori alle lezioni in presenza per passare alla didattica a distanza al 100%. E' l'orientamento del sindaco di Forlì Gian Luca Zattini e del presidente della Provincia Gabriele Fratto. Nel corso della mattina di lunedì si sono susseguiti frenetici i contatti con i dirigenti scolastici, i sindaci specialmente quelli con scuole superiori, vale a dire Forlimpopoli e Galeata (dove c'è una succursale del 'Comandini' di Cesena), ma anche Ausl e Regione. La decisione è attesa entro lunedì sera, anche se l'orientamento prevalente sia andare verso questa soluzione per le scuole Superiori per contenere i potenziali contagi. Di sicuro, però, il provvedimento non andrà in vigore di martedì, ma verrà lasciato il tempo alle famiglie per organizzarsi.

Forlì cerca quindi la sua via tra la “zona arancione scuro” da cui ha chiesto l'esenzione e da martedì  valida da Bologna fino a Rimini e la “zona arancione” che consente la didattica in presenza al massimo del 50% negli istituti superiori, al 100% alle primarie e medie, oltre che negli asili. “La priorità è per i bambini delle scuole elementari e medie – ribadisce il sindaco -. Ci sono dati che i più piccoli stanno soffrendo molto la mancanza di socialità con problemi di natura psicologica, non dobbiamo dar loro anche il peso di tornare a fare lezione a casa”. Diverso, però, è il caso delle Superiori con studenti più autonomi e in grado di restare a casa senza l'obbligatoria presenza dei genitori.

“Ci sono varie problematiche, compreso il fatto che le scuole superiori hanno studenti da bacini diversi dal Forlivese, da Ravenna, Cesena e Faenza, mentre ci sono studenti forlivesi che frequentano istituti fuori città che passano alla didattica a distanza al 100%”, spiega il sindaco. L'ordinanza del sindaco Zattini andrebbe quindi a uniformare Forlì alle città vicine per quanto riguarda le Scuole Superiori, salvaguardando invece le elementari e medie. “Ci stiamo sentendo, coinvolgeremo nella decisione anche la Regione e l'Ausl; presto ci sarà una decisione”, conclude Zattini. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forlì verso un'ordinanza che chiude le scuole superiori alla didattica in presenza, decisione attesa tra poche ore

ForlìToday è in caricamento