Galeata, bilancio approvato: "Nessun aumento delle tasse". Ecco il piano triennale delle opere pubbliche

"Un progetto di sviluppo del nostro paese, un cospicuo piano di investimenti da quasi 3 milioni di euro", annuncia il sindaco

Col bilancio 2019 è stato approvato anche il Piano Triennale delle Opere Pubbliche del Comune di Galeata (2019-2021). "Un progetto di sviluppo del nostro paese, un cospicuo piano di investimenti da quasi 3 milioni di euro, un disegno chiaro che affronta con coraggio e responsabilità le economie di spesa, i servizi indispensabili salvaguardati e le politiche di welfare, in particolare quelle rivolte a minori ed anziani potenziate - espone il sindaco Elisa Deo -. Nessun aumento delle tasse che ci annovera, oramai da tempo, fra i comuni con sistema tributario più basso ed un impegno costante al recupero crediti".

Tra le opere pubbliche principali per il 2019 figurano i lavori di adeguamento sismico e riqualificazione energetica dell'edificio che ospita la media "Flavio Biondo" e l'Istituto Ipsia Vassallo per un valore di 800mila euro. E' invece di 350mila euro l'investimento per la riqualificazione della pavimentazione del centro storico, con i lavori che interesseranno via Zannetti e Piazza Mercato. E' previsto inoltre il rifacimento della facciata del teatro comunale "Carlo Zampighi", con inserti in pietra serena, per 130mila euro.

Sarà messa in sicurezza la Strada Rio Secco, interessata da un fronte franoso (70mila euro). Anche in Municipio sono attesi dei lavori: 50mila euro è la somma stanziata per la realizzazione di un ascensore interno ed abbattimento delle barriere architettoniche, mentre 20mila euro saranno impiegati per la riqualificazione del giardino e della fontana.

E' di 20mila euro lo stanziamento per la riqualificazione dell'area e l'adeguamento degli spogliatori del campo tennis, mentre saranno stanziati 10mila euro per il sistema di filtraggio dell'acqua per la potabilizzazione in fontana storica Fonte Nuova e 10mila euro per il rifacimento del muro in sasso in pubblico passaggio a Borgo di Mercatale.

Già in fase di avanzamento o imminenza del cantiere la sostituzione della tensostruttura di copertura del sito archeologico con nuova struttura in legno lamellare a Villa di Teodorico (300mila euro); la sostituzione dei corpi illuminanti con lampade a led ed estensione di punti luce (250mila euro) e la ricostruzione del Ponte (bombardato in guerra) sul fosso di Mercatale come direttrice verso il sito archeologico di Mevaniola.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viene da Malta, ufficializzata la prima compagnia aerea con un aereo con base al "Ridolfi"

  • Coronavirus, tre nuovi tamponi positivi. Un'infermiera colpita per la seconda volta dal virus

  • Pauroso schianto all'incrocio sulla via Emilia, un'auto si ribalta: due feriti

  • Apre un nuovo bar-ristorantino a due passi dal Duomo: "Scommetto sul centro, è l'ora del coraggio"

  • Il prof Carlo Flamigni se ne è andato via con una sua poesia sulla morte

  • "Grotte urlanti", turisti allontanati dall'Arma: trovate anche corde per scalare le rocce

Torna su
ForlìToday è in caricamento