Cronaca Rocca San Casciano

La prima fabbrica di cioccolato della Romagna dopo oltre 80 anni ha un nuovo proprietario: è un ex assessore di 35 anni

Tanti i progetti che la nuova proprietà ha in mente, con il chiaro obiettivo, già dichiarato pubblicamente, di valorizzare il territorio

La Dolciaria Rocca, la prima fabbrica di cioccolato della Romagna, dopo oltre 80 anni, ha una nuova proprietà. La titolare Dolores Valentini, figlia del fondatore Domenico, conosciuto come Menghinì, ha venduto ad una società guidata da Filippo Amadori, trentacinquenne di Fiumana, ingegnere civile con master Mba in Business Administration, già assessore a Predappio nella Giunta del sindaco Giorgio Frassineti. In società con lui vi sono gli imprenditori Enrico Gatti ed Emanuele Rocchi. Tanti i progetti che la nuova proprietà ha in mente, con il chiaro obiettivo, già dichiarato pubblicamente, di valorizzare il territorio di Rocca San Casciano e della vallata del Montone. E per il futuro potrebbe esservi qualche nuova assunzione, oltre agli esperti stagionali che già lavorano nella Fabbrica.

VIDEO - LA storia dell'antica fabbrica di cioccolato

"Dopo 53 anni di presenza in azienda - dichiara Dolores - sono proprio contenta di aver passato la mano a dei giovani in gamba e motivati che sono certa rilanceranno la Dolciaria”. La storica attività rocchigiana era avviata ad un futuro prospero, con il passaggio generazionale nelle esperti e appassionate mani di la morte all'età di 40 anni di Stefano Giambi, figlio di Dolores, per una grave malattia il 16 febbraio del 2017. "Il mio Stefano - afferma Dolores - mi ha aiutato dal Cielo. Senza mio figlio, io non avevo più le motivazioni per andare avanti. Ho resistito nella speranza di trovare un acquirente, anche sapendo quanto lui ci tenesse alla nostra Fabbrica del cioccolato”.

E poi aggiunge: “Negli ultimi anni, di trattative ne avevo intavolate diverse, ma senza esito positivo. Mi stavo un po’ scoraggiando e dopo la Pasqua del 2021, in ogni caso, avrei quasi sicuramente chiuso. Verso fine novembre 2020, grazie alla rubrica video “Do ciacri”, la notizia che la fabbrica era in vendita ha avuto nuovo impulso. Quella puntata girata qui assieme a Vincenzo Bongiorno è stata vista da molte persone e poi raccontata in alcuni articoli. Da allora sono ripresi alcuni nuovi contatti e interessamenti, tra cui quello che ha portato all’attuale vendita. Inoltre per il suo costante aiuto, gratuito e disinteressato, nel cercare negli ultimi anni di dare un futuro alla Dolciaria, vorrei ringraziare l’ex imprenditore rocchigiano Mario Biserni”.

La storia

La Dolciaria Rocca fu avviata nel 1940 da Domenico Valentini, con la produzione di gelato da vendere nelle sagre paesane e per strada, iniziando da uno scantinato e con dei macchinari usati acquistati ad un’asta fallimentare a Bologna. Poi con la fine della Seconda Guerra Mondiale e il boom economico, la Dolciaria Rocca si espanse, fino a insediarsi nel 1966 nell’attuale stabilimento in paese in via Guerrazzi, arrivando ad avere clienti in diverse parti d’Italia e con picchi di 50 dipendenti stagionali. Diverse le prelibatezze in cui la fabbrica si è specializzata negli anni, tra cui le uova pasquali, sempre molto apprezzate com’è stato dimostrato anche dal grande successo che ha avuto la vendita promozionale, nel marzo scorso, dei prodotti della Dolciaria presso la Tabaccheria centrale di Rocca in piazza Garibaldi.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La prima fabbrica di cioccolato della Romagna dopo oltre 80 anni ha un nuovo proprietario: è un ex assessore di 35 anni

ForlìToday è in caricamento