menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ricerca sulla donna e mamma: sabato i risultati

Sabato 29 ottobre, nel Salone Comunale di Forlì con sessione mattutina e sessione pomeridiana, verranno presentati gli esiti di una ricerca-intervento durata tre anni che ha coinvolto oltre 400 donne forlivesi

Sabato 29 ottobre, nel Salone Comunale di Forlì con sessione mattutina e sessione pomeridiana, verranno presentati gli esiti di una ricerca-intervento durata tre anni che ha coinvolto oltre 400 donne forlivesi (seguite per oltre un anno, dalla fine della gravidanza, all'anno d'età dei loro piccoli). La ricerca ha evidenziato quali fattori incidono negativamente sulla dimensione emotiva durante la gravidanza e nei primi mesi dopo la nascita del bambino ma anche quali elementi possono essere considerati "protettivi", in modo da riconoscere e prevenire eventuali difficoltà, accompagnare le situazioni più complesse in un'ottica di promozione del benessere.

Durante la giornata si analizzeranno esiti, prospettive e azioni, anche attraverso il confronto con esperienze provenienti da altre realtà dell’Area Vasta Romagna - Rimini, Ravenna, Cesena. Il tema sarà affrontato con una prospettiva multidisciplinare, punto forte della ricerca, come del Percorso Nascita del territorio forlivese. Nella giornata saranno anche presentati nuovi materiali informativi rivolti alle donne e alle famiglie per conoscere meglio il tema, riconoscere i primi segnali di disturbo emotivo in gravidanza e dopo il parto e sapere a chi rivolgersi in caso di necessità.

Il Percorso Nascita forlivese è ricco di opportunità e servizi; una maggiore attenzione alla dimensione emotiva è quanto mai necessaria, è un obiettivo degli operatori coinvolti nel percorso ed è un dovere del partner, della famiglie e della società tenerlo presente. Il tema, ancora sottovalutato, incide molto, infatti, sul benessere complessivo della famiglia e sulle successive relazioni madre-bambino. Rivolta ad operatori di area sociale e sanitaria (ostetriche, ginecologi, medici, psichiatri, educatori, assistenti sociali...) la giornata di studio è aperta agli operatori del volontariato sociale che si occupano di donne, bambini e famiglie. L’iniziativa è promossa dal Centro Studi per l’infanzia e l’adolescenza di Forlì (Comune di Forlì, A.Usl di Forlì, Università degli studi di Bologna, Ser.in.ar, Ass. Pareimi).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento