menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sospetto caso di meningite a Forlì: in ospedale finisce un ragazzo di 21 anni

E' ricoverato da venerdì sera nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Forlì un 21enne per un sospetto caso di meningite. A quanto pare, però, le sue condizioni sarebbero in miglioramento.

E’ ricoverato da venerdì sera nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Forlì un 21enne per un sospetto caso di meningite e sepsi meningococcica. A quanto pare, però, le sue condizioni sarebbero in miglioramento. Il protocollo dell’Ausl prevede in questi casi un’indagine epidemiologica, che interesserà sopratutto tutte le persone che negli ultimi giorni sono state a stretto contatto con il ragazzo, quindi amici e famigliari: solitamente viene somministrato un antibiotico. La profilassi non è ritenuta utile per chi non ha avuto contatti stretti e prolungati con la persona malata nei dieci giorni precedenti la comparsa dei sintomi.

"Il meningococco è un batterio che generalmente si localizza a livello della gola, senza determinare alcun tipo di disturbo e molto raramente, in individui che si trovano in condizioni di particolare vulnerabilità, è causa di  malattie importanti quali la meningite o la setticemia. Casi  isolati di meningite  rientrano nella assoluta normalità epidemiologica della meningite nel nostro paese.
Il meningococco si trasmette attraverso le goccioline di saliva a seguito di contatti interpersonali stretti e prolungati. In seguito all’indagine epidemiologica immediatamente attivata sono stati individuati e informati i contatti stretti del ragazzo, che hanno assunto l’antibiotico indicato per la profilassi.  Questo è un provvedimento di massima cautela che serve per interrompere la circolazione del meningococco ed impedire la comparsa di ulteriori casi di malattia. La profilassi con l’antibiotico non è ritenuta utile per chi non ha avuto contatti stretti e prolungati con la persona malata nei dieci giorni precedenti la comparsa dei sintomi" si legge in una nota dell'Ausl

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento