Cronaca

Zio Paperone e Paperino alla scoperta di Forlì, Topolino introvabile nelle edicole: fioccano le prenotazioni

Il numero 3434 dello storico fumetto dei personaggi Disney, edito da Panini Comics, sta andando a ruba nelle edicole di Forlì

"Buongiorno, ha Topolino?". "Mi dispiace, l'abbiamo finito". Il numero 3434 dello storico fumetto dei personaggi Disney, edito da Panini Comics, sta andando a ruba nelle edicole di Forlì. Il perchè è semplice. Si tratta di un numero da collezione, soprattutto per i forlivesi, dato che la città mercuriale è protagonista nelle vignette dedicate a Dante Alighieri nel settecentesimo anniversario della morte. Alessandro Sisti ed Alessandro Perina hanno elaborato quattro puntate di un viaggio alla scoperta del Sommo Poeta, con la storia "Zio Paperone e il centounesimo canto".

La storia a fumetti vede appunto Zio Paperone, insieme al nipote Paperino e i nipotini Qui Quo e Qua sulle tracce del centunesimo, ed inedito, canto della Divina Commedia. Un viaggio che fa tappa a Firenze e quindi a Forlì. I paperi più famosi del mondo sono arrivati fin in Piazza Saffi, con le vignette che raffigurano la statua di Aurelio Saffi (ovviamente in versione Disney col volto con il becco), le panchine che la circondano con paperi forlivesi, il palazzo delle Poste, San Mercuriale, Palazzo Serughi e il Municipio. In molti sui social hanno ovviamente notato come dai disegni manchi la pensilina degli autobus. In una visita guidata viene narrato che Dante giunse a Forlì nel 1304 e che il Municipio diventò casa dei signori di Forlì. Tour che arriva in Corso Garibaldi, dove viene ritratto il palazzo che ospita l'ex Circolo della Scranna, dimora degli Ordelaffi.

Fumetto a ruba

All'annuncio di Forlì rivista in chiave Disney, anche se fedelmente, sul celeberrimo fumetto, è scoppiata la Topolino mania. "Sono già una decina i clienti che hanno ordinato una copia dopo aver visto sui social la vignetta", confessa Alessandra, titolare dell'edicola di via Correcchio. Ma facendo un tour tra i banchi dei giornali trovare in città una copia del numero 3434 è un'impresa. "Ho avuto più di una trentina di richieste e sto prendendo le prenotazioni - ammette Marinella Portolani, consigliere comunale, titolare dell'edicola di Piazza Saffi lato Camera di Commercio e presidente Snag e membro della Giunta e del Consiglio nazionale del sindacato giornalai-. Ho contatti con i distributori di Bologna e Firenze, ma anche con i colleghi di altre città".

La proposta per le scuole

Da Portolani anche una proposta educativa: "Sarebbe bello porterlo regalarlo per lo meno ai bimbi delle elementari, perchè non tutti conoscono Topolino. Ora si cresce con i telefonini, ma questa iniziativa sarebbe uno stimolo alla lettura del cartaceo, ma anche di conoscere la storia - in questo caso Dante Alighieri - in modo diverso attraverso i fumetti. A questo scopo chiederò di poter avere dalle rese nazionali un numero adeguato per coprire tutte le scuole e la distribuzione di Topolino alle elementari di Forlì, idea che potrebbe essere estesa anche nelle realtà che  toccherà le prossime quattro uscite del romanzo su Dante. Vedrò se riuscirò a portarla avanti da consigliera e presidente Snag".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zio Paperone e Paperino alla scoperta di Forlì, Topolino introvabile nelle edicole: fioccano le prenotazioni

ForlìToday è in caricamento