Cronaca

Vaccinazioni anticovid, l'Emilia Romagna accelera: "Ora farlo a tutti e ovunque"

"Vaccinare ovunque e tutti. E' questo l'impegno che dobbiamo prendere", dichiara Donini

La Regione Emilia-Romagna spinge sull'acceleratore delle vaccinazioni anti Covid senza vincoli: viale Aldo Moro ha infatti chiesto alle Aziende sanitarie di organizzare immunizzazioni "nel modo più aperto e libero possibile, senza fare distinzione tra classi di età, gruppi di appartenenza o luoghi di somministrazione". Lo comunica l'assessore regionale alla Sanità, Raffaele Donini, con una nota. "Vaccinare ovunque e tutti. E' questo l'impegno che dobbiamo prendere", dichiara Donini.

"Lo abbiamo già detto tante volte, ma è davvero importante - sottolinea l'assessore - lanciare questo messaggio: dobbiamo accelerare ancora, sulle vaccinazioni. Dobbiamo percorrere rapidamente l'ultimo miglio, che è cosa quanto mai essenziale". Nel frattempo l'Emilia-Romagna è arrivata "ad una copertura della popolazione vaccinabile, con doppia dose, del 67,4%", segnala Donini, specificando che la percentuale "arriva al 79,4% se consideriamo solo la prima somministrazione". Ora è il momento di fare "l'ultimo scatto - afferma l'assessore - e le Aziende sanitarie si stanno attrezzando per mettere in campo tutto quanto è possibile, dagli open day a camper vaccinali itineranti, per raggiungere quanti non hanno ancora prenotato il vaccino".

Questo senza dimenticare, precisa Donini, che rimangono sempre in campo le modalità classiche di prenotazione tramite Cup o Fascicolo sanitario. Nei prossimi giorni, ogni Azienda sanitaria dell'Emilia-Romagna "renderà noto a tutti i cittadini come intende proporre questa modalità 'open' di vaccinazione- conclude l'assessore- spiegando per ogni singola realtà dove recarsi senza prenotazione per ricevere la prima dose di vaccino". (fonte Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccinazioni anticovid, l'Emilia Romagna accelera: "Ora farlo a tutti e ovunque"

ForlìToday è in caricamento