rotate-mobile
Sabato, 20 Agosto 2022
life

Centro storico forlivese e costa romagnola, “connessi” per promuovere il territorio

In occasione dell’iniziativa Happy Bio sulla costa adriatica, il 23 luglio al Bagno Perla a Punta Marina T. (RA) e il 24 luglio a “La Frulleria” di Marina di Ravenna (RA) gli imprenditori forlivesi del progetto “Centro storico: uno stile di vita” promuoveranno i felici percorsi d’acquisto basati sulla “fiducia”, quale vero e proprio lusso dei nostri tempi.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

Sulla costa romagnola, terra di mare e di ottima gastronomia, ci aspettano due appuntamenti Happy Bio, il 23 luglio al Bagno Perla a Punta Marina Terme (RA) e il 24 luglio a "La Frulleria" di Marina di Ravenna (RA).

"Frutto della collaborazione fra Confcommercio Ravenna, Stabilimenti Balneari della costa romagnola e Fattorie Faggioli di Cusercoli (FC) - rileva Fausto Faggioli, promotore delle iniziative - con il contributo della Camera di Commercio di Ravenna, le iniziative Happy Bio sono ottime "leve" per fidelizzare gli ospiti in vacanza, in particolare quelli alla ricerca della semplicità di una cultura marina rispettosa dell'ambiente e basata sulle tradizioni."

In quest'ambito si sviluppa, da quest'anno, la collaborazione con gli imprenditori forlivesi del progetto "Centro storico: uno stile di vita". In occasione dell'iniziativa Happy Bio promuoveranno i percorsi d'acquisto del Centro storico, basati sulla "fiducia", quale vero e proprio lusso dei nostri tempi.

"Il fare rete, "vendersi in un sistema integrato" - aggiungono Cinzia Semeraro e Gabriele Mambelli di Confcommercio Forlì - deve entrare nella cultura ricettiva del Territorio. La grande sfida è che tutti: imprenditori, enti locali, associazioni, stakeholder del Territorio, prendano coscienza della finalità operativa, cooperando, con un gioco di squadra efficace al fine di sviluppare economia sul Territorio."

Continua Elio Leoni del Bagno Perla: "L'utilizzo dei prodotti locali è un grande valore. E dedicare attenzione all'ospite spiegando che l'ingrediente che trova in tavola è simbolo dell'espressione culturale del Territorio, è di fatto un investimento a costo zero che permette di valorizzare la nostra gastronomia, i prodotti del Territorio e le nostre tradizioni per una miglior qualità della vita."

"Happy Bio - termina Paola Pancaldi de La Frulleria - ha fra i suoi protagonisti tanta frutta bio a KM0, tutta proveniente dall'entroterra che ci permette di garantire all'ospite quella freschezza e quella genuinità che sono sinonimo di qualità. L'estate, questa estate soprattutto, è il tempo ideale per mettere la frutta fresca in tavola e con i frullati, particolarmente gustosi, anche i bambini mangiano con piacere la porzione quotidiana di frutta."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro storico forlivese e costa romagnola, “connessi” per promuovere il territorio

ForlìToday è in caricamento