Giovedì, 21 Ottobre 2021
Politica

Il Ridolfi torna a volare, le reazioni: "Un giorno di festa, una vittoria per Forlì e un segnale di fiducia"

"Dopo anni di battaglie politiche, istituzionali e parlamentari, condotte spesso in solitudine, siamo a un punto di svolta", dichiara il deputato romagnolo Marco Di Maio

Col collegamento da e per Catania è ufficialmente ripartita l'attività dell'aeroporto di Forlì. "Dopo anni di battaglie politiche, istituzionali e parlamentari, condotte spesso in solitudine, siamo a un punto di svolta - dichiara il deputato romagnolo Marco Di Maio, vice presidente vicario del gruppo di Italia Viva alla Camera e da sempre in prima linea nell'impegno per la riapertura dello scalo di via Seganti -. Ripartire ora con i voli è un segnale di fiducia in una ripartenza di cui sentiamo quanto mai la necessità; una giornata che ripaga quanti hanno condiviso questo obiettivo e dà ragione a chi non ha mai smesso di credere in questa possibilità".

Aeroporto, tutte le informazioni sull'inaugurazione

"Grazie in particolare agli imprenditori che hanno investito capitali proprio per riattivare il "Ridolfi" - afferma il deputato - e hanno avuto fiducia anche nel lavoro che abbiamo svolto dentro le istituzioni. Grazie alle compagnie aeree che credono nel progetto della società di gestione". Da Di Maio "un pensiero affettuoso ai lavoratori dello scalo, agli addetti alla sicurezza, a chi lavora nelle attività dell'indotto: posti di lavoro che prima non c'erano e che non sarebbero esistiti senza questa iniziati". Per Di Maio "è una vittoria per la città di Forlì e per tutto il territorio romagnolo, perchè se riparte l'aeroporto "Ridolfi" si generano nuove opportunità in un bacino territoriale più ampio di quello comunale. E' un giorno di festa; ma deve proseguire il lavoro a supporto dello scalo e del suo sviluppo".

VIDEO - Il primo passeggero e l'arrivo nel "tunnel d'acqua"
VIDEO - Il sindaco: "Si segna la rinascita dell'economia"

“E’ una grande vittoria - è l'intervento del deputato Jacopo Morrone, segretario della Lega Romagna -. Per Forlì, per la Romagna, per tutte quelle comunità anche fuori regione che graviteranno sull’aeroporto Ridolfi per i loro spostamenti aerei. La rinascita dello scalo forlivese è merito di un gruppo di imprenditori che ha saputo sognare e guardare avanti. Ma è anche merito di tutti coloro che hanno creduto che si potesse fare, che hanno sperato e lavorato perché il ‘Ridolfi’ ripartisse. E’ una grande emozione poter assistere oggi a una visione e a un sogno che si concretizzano”.

VIDEO - Il nuovo volo per la Sicilia. Poi la conquista di Grecia ed Est Europa

"E' stato un giorno importante per la nostra città ,una data cosiddetta storica - afferma il consigliere comunale del Carroccio, Albert Bentivogli -. Per il sottoscritto è stata un’emozione fortissima, al primo atterraggio e battesimo ufficiale dell’aeroporto. Un viaggio lungo fatto di tante battaglie burocratiche e procedurali che grazie alla determinazione e coraggio di un team di imprenditori e politici locali di scardinare le porte della burocrazia, lungo i meandri corridoi ministeriali, ha permesso di far tornare la nostra città al centro della Romagna collegandola con buona parte dell’Italia e dell’Europa. Un grazie dovuto ai politici locali che si sono spesi con assiduità in questa battaglia, la stessa che metteremo in campo, come amministrazione comunale con tanta parsimonia, per creare tutti i presupposti fondamentali per quei collegamenti infrastrutturali che permetteranno, solo con l’unione di tutte le amministrazioni coinvolte, di collegare in breve tempo i capoluoghi a noi vicini all’Hub forlivese rendendo questa operazione un grande successo per tutto il territorio portando il nostro aeroporto al centro di un progetto condiviso ed un punto di riferimento per tutta la Romagna. Solo così il successo di un singolo territorio diventerà il successo di tutti".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Ridolfi torna a volare, le reazioni: "Un giorno di festa, una vittoria per Forlì e un segnale di fiducia"

ForlìToday è in caricamento