rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
Politica

A Forlimpopoli è caos pre-elettorale tra la sindaca che lamenta lesione della dignità e l'arrivo di liste civiche

A quanto pare è stata fissata al 19 dicembre la riunione del direttivo Pd che dovrà decidere delle sorti della ricandidatura della sindaca Milena Garavini

E' sempre più magmatico il quadro politico a Forlimpopoli in vista delle elezioni comunali di giugno 2024. A quanto pare è stata fissata al 19 dicembre la riunione del direttivo Pd che dovrà decidere delle sorti della ricandidatura della sindaca Milena Garavini, che è stata soggetta ad un questionario di gradimento anonimo da parte dei membri del direttivo del circolo forlimpopolese del Partito Democratico, guidata dal segretario Maurizio Castagnoli. Alla consultazione hanno partecipato 36 dei 38 aventi diritto e, a quanto trapela, sembra che l'urna non sia stata neanche scrutinata, in attesa della riunione del 19 dicembre.

Una procedura decisamente anomala quella adottata dal Pd di Forlimpopoli per decidere sul secondo mandato di Garavini e fortemente contestato dalla diretta interessata che avrebbe lamentato la mancanza di un confronto leale, con una riunione dell'organo di partito dove ognuno esprime la propria visione a viso aperto. Garavini avrebbero invece lamentato una lesione della sua dignità personale per essere sottoposta ad un questionario anonimo con tanto di formule 'Dai un voto da 1 a 5' sui quesiti posti. Una modalità che, a detta di chi lo contesta, rischia di screditare  l'esito della stessa consultazione, nonché tutto il Pd, che deve gestire anche partite più complesse come la scelta del candidato sindaco di Forlì.

Sullo sfondo resta nell'aria l'opzione che Milena Garavini possa correre con una sua lista civica, autonoma dal Pd, mentre il quadro politico si fa più frammentato dalla possibile lista civica che sarebbe animata in modo trasversale da volti noti della politica forlimpopolese, dall'ex Lega Nord Gian Luca Zanoni all'ex verde Roberto Riguzzi, fino all'ex assessore Stefano Raggi, che hanno recentemente organizzato un confronto politico in municipio. Il centro-destra non ha ancora espresso una sua candidatura, mentre una soluzione potrebbe essere quella che è stata adottata alle ultime elezioni di Bertinoro, vale a dire il sostegno tacito ad una lista civica. 

Alcuni animatori di questo gruppo, che potrebbe presentarsi alle elezioni, intanto intervengono sui temi della Polizia Locale, che è in grave carenza di organico ed è attualmente affidata all'Unione dei Comuni. Scrivono Zanoni e Raggi: “Dopo anni di questa esperienza è sotto gli occhi di tutti che l’esperimento non ha funzionato e le conseguenze appaiono fallimentari come molti sindaci e gli stessi sindacati hanno ammesso. E’ evidente che una simile situazione non possa protrarsi ulteriormente e debbano essere ricercate altre soluzioni che permettano di riportare il servizio di polizia locale a standard di servizio almeno accettabili. Il comune di Forlimpopoli è probabilmente il comune più penalizzato”.

Ed ancora Zanoni e Raggi: “Abbiamo più volte sottolineato in varie sedi l’inadeguatezza dell’organico degli agenti che operano nel Comune di Forlimpopoli. Un numero talmente esiguo che non ha permesso di garantire quotidianamente neppure l’importante servizio di presenza durante l’entrata ed uscita dal plesso scolastico di Via Crocette. L’apertura al pubblico, limitata alla sola giornata del giovedì per due ore, non è adeguata alle esigenze di un comune come il nostro con una popolazione vicina ai 13.000. Anche considerando che il responsabile del presidio non è mai presente in ufficio e può essere raggiunto solo via mail. Con queste premesse, si capisce che gli operatori di Forlimpopoli non possano fare miracoli, numericamente inferiori di 2 unità rispetto al recente passato e ciò provoca la riduzione sensibile e insostenibile nella presenza sulla strada degli agenti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Forlimpopoli è caos pre-elettorale tra la sindaca che lamenta lesione della dignità e l'arrivo di liste civiche

ForlìToday è in caricamento