Cronaca

"Valverde" non chiude, l'annuncio del deputato Di Maio: "Un bel risultato per tutta la città"

Venerdì scorso l'associazione studentesca Koiné, attualmente presieduta da Ilenia De Finis, aveva reso noto la decisione dell'Università di Bologna di non rinnovare una convenzione che era in essere con l'associazione fin dal 1994

Le storiche aule studio di via Valverde, ritrovo degli studenti universitari di Forlì, non chiudono. A darne l'annuncio è il parlamentare forlivese Marco Di Maio, spiegando che saranno aperte dalle 9 alle 24. Venerdì scorso l'associazione studentesca Koiné, attualmente presieduta da Ilenia De Finis, aveva reso noto la decisione dell'Università di Bologna di non rinnovare una convenzione che era in essere con l'associazione  fin dal 1994. Di Maio si è subito mobilitato, informando già sabato che avrebbe fatto il possibile per trovare una soluzione per garantire l'apertura degli spazi di studio ed aggregazione.

La novità, spiega il deputato, "è frutto della mobilitazione di tanti, di una corretta collaborazione tra istituzioni e dell’impegno che Comune e Serinar (che è titolare del contratto di affitto dei locali, di proprietà di Unica) a sostenere l’impegno economico necessario per mantenere attivi gli spazi di via Valverde fino al 31 dicembre. Un tempo necessario e utile per partecipare ai bandi di Unibo per la concessione dei contributi alle associazioni e per individuare soluzioni di più lunga durata. Un bel risultato per tutta la città e in particolare per i ragazzi che studiano qui".

La riapertura è comunque provvisoria, fino alla fine dell'anno, in attesa di individuare una soluzione definitiva ma nella continuità del servizio. A scriverlo è l'associazione Koiné sulla sua pagina Facebook: "Siamo davvero contenti di questo annuncio -  è il commento -. Le aule studio “Valverde” riapriranno fino al 31 dicembre nei consueti orari (dal lunedì al venerdì, ore 9-24) dopo la sospensione forzata del servizio degli ultimi giorni. In seguito al mancato rinnovo della convenzione con il Campus di Forlì ci siamo subito attivati per trovare tempestivamente una soluzione alternativa ed evitare l’interruzione del servizio". In particolare nel pomeriggio di lunedì si è tenuto un tavolo di confronto con i rappresentanti del Comune di Forlì e di Ser.In.Ar per trovare una soluzione alternativa alla chiusura. Dal confronto è emersa la volontà del Comune e di Ser.In.Ar, la società intestataria del contratto di locazione della struttura (le due aule, gli uffici e la sala polivalente), di sostenere economicamente le spese di gestione degli spazi fino al 31 dicembre 2018. "Dopo più di vent'anni di volontariato per migliorare la qualità della vita studentesca a Forlì crediamo che l’interesse di tutti debba esclusivamente essere volto alla tutela del diritto allo studio, per trovare una soluzione di più lunga durata", concludono da Koiné.

La “Valverde” è un ex circolo Arci, la struttura è di proprietà di Unica, la cooperativa proprietaria di molti locali ricreativi, tra circoli, bar, case del popolo in funzione e dismesse. La struttura è in affitto a Serinar, la società per i servizi universitari, che a sua volta riceve da Koiné dei rimborsi forfettari, che arrivano appunto dalle erogazioni dell'università. Vanta un'affluenza annua media di ventimila giovani. Sulla questione si erano mobilitati anche il parlamentare del Movimento 5 Stelle Carlo Ugo De Girolamo e il consigliere comunale del Gruppo Misto Lodovico Zanetti, che aveva annunciato la presentazione di un question time in Consiglio comunale. Commenta il deputato pentastellato: "La positiva, seppur temporanea, soluzione trovata dal Comune di Forlì e Ser.in.ar per garantire la riapertura delle sale studio "Valverde" dimostra come di fronte a problematiche urgenti si possa agire anche in maniera bipartisan al fine di garantire con tempestività supporto e sostegno. La mobilitazione di tanti attori in campo ha permesso e permetterà di continuare ad attenzionare la questione nell'esclusivo interesse degli studenti e di chi quotidianamente usufruisce di spazi per lo studio individuale.  Dai colloqui avuti finora mi sento però di tranquillizzare gli studenti, avendo contezza che anche l'Università farà la sua parte per addivenire ad una soluzione concertata e far sì che in tempi brevi si possano garantire condizioni in grado di assicurare trasparenza e dare continuità agli sforzi e agli impegni assunti dall'amministrazione comunale. Le mie interlocuzioni proseguiranno anche nei prossimi giorni e assicuro, per quel che di mia competenza, ancora un maggiore sostegno. Vedere la città, la politica e la popolazione studentesca tutta stringersi attorno ad un obiettivo comune non capita spesso, ma quando ciò accade deve rendere orgoglioso ogni giocatore sceso in campo, indipendentemente dal minuto in cui tocca palla e da quei confini che, altrettanto spesso, dividono le opposte tifoserie".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Valverde" non chiude, l'annuncio del deputato Di Maio: "Un bel risultato per tutta la città"

ForlìToday è in caricamento