Ausl, visite ed esami: ripartono le prenotazioni tramite Cup. "La ripresa sarà graduale"

Viene ricordato inoltre che l'Ausl "sta continuando a recuperare le prestazioni di specialistica ambulatoriale a suo tempo prenotate dai cittadini, ma la cui erogazione era stata bloccata a seguito del diffondersi del Covid"

Da lunedì ìriprendono le prenotazioni tramite Cup per le prestazioni ordinarie di specialistica ambulatoriale. Sarà dunque possibile nuovamente prenotare visite ed esami. Si tratta comunque, spiegano dall'Ausl Romagna, di "una ripresa graduale e progressiva considerato che la nuova offerta delle prestazioni prenotabili dipende da vari fattori: la disciplina (il personale di alcune branche in particolare risulta ancora impegnato nel contrasto all’infezione da covid 19 e quindi con meno possibilità di aprire l’offerta ambulatoriale), le decine di migliaia di prestazioni sospese durante l’emergenza sanitaria ancora da erogare, la natura della struttura d’erogazione, con il privato accreditato sostanzialmente già pronto ad accettare nuove prenotazioni, gli ambiti territoriali anch’essi diversamente coinvolti dall’emergenza".

"L’Azienda dunque, nel processo di riavvicinamento ad una, da tutti auspicata, situazione di normalità e nel tentativo di rispondere quanto prima ai bisogni della popolazione assistita, apre le prenotazioni pur consapevole che l’offerta inizialmente non sarà ancora a pieno regime e difficilmente in grado di soddisfare da subito tutte le aspettative - viene specificato -. L’Azienda inoltre continua ad invitare a non recarsi fisicamente ai Cup e agli sportelli aziendali, bensì di utilizzare tutti i possibili strumenti alternativi (Cuptel al numero verde 800002255, o 800004488 per la libera professione nonchè Fascicolo Sanitario Elettronico e Farmacup), o comunque, se proprio indispensabile, recarsi agli sportelli prendendo un appuntamento: i relativi numeri sono presenti sul sito aziendale "www.auslromagna.it"".

Viene ricordato inoltre che l'Ausl "sta continuando a recuperare le prestazioni di specialistica ambulatoriale a suo tempo prenotate dai cittadini, ma la cui erogazione era stata bloccata a seguito del diffondersi del Covid. Questi cittadini non devono nuovamente prenotare perché vengono chiamati direttamente dall’Azienda o dai soggetti della Sanità Privata presso i quali le prestazioni erano state prenotate, per riprogrammare la prestazione". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento