Ferito da un colpo vagante, cacciatore in Rianimazione. I carabinieri indagano sullo sparatore

Ferito all'addome da un colpo di fucile vagante. Un colpo che poteva ucciderlo. Sparato da chi? E' quello che stanno cercando di capire i carabinieri

Ferito all'addome da un colpo di fucile vagante. Un colpo che poteva ucciderlo. Sparato da chi? E' quello che stanno cercando di capire i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Meldola, assieme ai loro colleghi di Predappio. Il cacciatore, 62 anni di Bertinoro, si trova ricoverato in Rianimazione all'ospedale Bufalini di Cesena. Le sue condizioni sono gravi e se è abbastanza chiara la modalità del ferimento, un unico colpo di fucile vagante, è in fase di approfondimento da dove sia partito. I carabinieri dai primi accertamenti escludono che il colpo sia partito accidentalmente dal fucile che aveva la vittima.

L'uomo era in un gruppo di 5-6 cacciatori, alcuni dei quali testimoni dell'accaduto. I militari hanno proceduto ad approfonditi interrogatori. Lo sparo potrebbe essere partito da un membro dello stesso gruppo ma anche da altre persone presenti in zona. L'incidente si è verificato mercoledì mattina intorno alle 9 in una zona della collina forlivese, tra Predappio Alta e Monte Mirabello, in particolare nell'area della frazione di Baccanello. Il cacciatore, 62 anni residente nel comune di Bertinoro, era impegnato in una battuta di caccia al cinghiale con altri cacciatori, quando è stato attinto dal colpo, in un punto piuttosto impervio tra campi agricoli e boscaglia. Immediata è partita la richiesta di soccorso. Durante le prime fasi il ferito aveva lucidità, poi persa in parte nella fase dell'intervento del 118. I medici si sono riservati la prognosi, anche se non pare che il ferito sia in pericolo immediato di vita.

Laborioso l'intervento di soccorso, lungo la strada comunale Riggiano-Baccanello, a causa della pioggia battente e del fondo fangoso dove operare per il recupero del ferito immobilizzato. Il ferito si trovava a poche centinaia di metri dalla strada carrabile asfaltata e questo ha facilitato il suo raggiungimento. Caricato sull'elicottero delle emergenze, che è atterrato poco distante, il cacciatore è stato portato con un codice di massima gravità all'ospedale Bufalini di Cesena.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quasi contemporaneamente si è verificata un'altra situazione critica per un cacciatore: intorno alle 8,30 un uomo, 35 anni di Civitella, è stato colpito da un forte dolore toracico mentre era impegnato in una battuta nel comune di Sarsina. Molto difficoltoso raggiungere il ferito, si è portato sul posto l'elicottero del Soccorso Alpino che ha calato il personale di emergenza col verricello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il telefono diventa muto e dal conto spariscono migliaia di euro: quarta truffa sui soldi in banca in un mese

  • Aereo ultraleggero precipita e prende fuoco: perde la vita la promessa del nuoto Fabio Lombini

  • La sciagura di Fabio Lombini, gli ultimi istanti di vita col sorriso ripresi in un video

  • Il covid-19 non ferma il progetto di quattro giovani: "Apriamo una pizzeria e puntiamo sulla qualità"

  • Addio a Fabio Lombini, "Era esempio quotidiano di forza di volontà"

  • Covid-19, 109esima vittima nel Forlivese: è una donna di 80 anni

Torna su
ForlìToday è in caricamento