Picchiarono a sangue il titolare del Cavour Cafè, condannati a 5 anni per tentato omicidio

Dovranno scontare cinque anni di reclusione i due marocchini di 28 e 30 anni arrestati lo scorso marzo dagli agenti delle Volanti e della Squadra Mobile di Forlì per aver aggredito con violenza Viviano Vernocchi, 67 anni, titolare del Cavour Cafè

Dovranno scontare cinque anni di reclusione i due marocchini di 28 e 30 anni arrestati lo scorso marzo dagli agenti delle Volanti e della Squadra Mobile di Forlì per aver aggredito con violenza Viviano Vernocchi, 67 anni, titolare del Cavour Cafè. E' quanto ha stabilito il giudice Giovanni Trerè. All'origine dell'aggressione nessun tentativo di rapina. I responsabili del pestaggio avevano alzato decisamente il gomito.

Annebbiati dai fumi dell'alcol, iniziarono a tirar alcuni oggetti d'arredamento per terra, danneggiando le vetrate del locale, oltre ad infastidire i residenti della zona con urla. Quando il barista si avvicinò ai due avventori per richiamarli, i due reagirono con violenza. Dopo uno spintone Vernocchi rovinò per terra. E in quel momento gli aggressori infierirono con pugni, calci e ginocchiate. Uno degli extracomunitari aveva anche un braccio ingessato, rendendo ancor più violenti i colpi. Ad allontanare i due individui fu il figlio della compagna del 67enne, anch'esso picchiato, che diede l'allarme al 118.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Trasportato d'urgenza all'ospedale "Morgagni-Pierantoni" di Vecchiazzano con un forte trauma cranico, Vernocchi è stato ricoverato in prognosi riservata nel reparto di Medicina D'Urgenza e successivamente trasferito in Neurologia. I due aggressori vennero individuati dagli uomini della Volante, coordinati dal sostituto procuratore Alessandro Mancini, nascosti in un casolare in via Bengasi ed arrestati con l'accusa di tentato omicidio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aereo ultraleggero precipita e prende fuoco: perde la vita la promessa del nuoto Fabio Lombini

  • La sciagura di Fabio Lombini, gli ultimi istanti di vita col sorriso ripresi in un video

  • Addio a Fabio Lombini, "Era esempio quotidiano di forza di volontà"

  • Covid-19, il bollettino: un'anziana vittima a Forlì e un nuovo caso a Santa Sofia

  • Covid-19, 109esima vittima nel Forlivese: è una donna di 80 anni

  • Corso Mazzini perde un "pezzo", Trevi Sport chiude: "Una scelta sofferta, ma siamo rimasti soli"

Torna su
ForlìToday è in caricamento