rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Rifiuti

Santa Sofia, primo bilancio del nuovo sistema di raccolta rifiuti: "I cittadini differenziano, ma non mancano gli abbandoni"

Contro gli abbandoni, evidenzia il sindaco, "non mancano i controlli delle forze addette che porteranno, già in questi giorni, a contravvenzioni di cui verrà data informazione"

Da alcune settimane a Santa Sofia è attivo il sistema di raccolta dei rifiuti. Sono tre i sistemi di introdotti da Hera, che gestisce il servizio: porta a porta per rifiuti indifferenziati e organico nei centri abitati di Santa Sofia, Corniolo e Spinello con i restanti rifiuti raccolti con cassonetti stradali; porta a porta completo per attivita produttive e per le utenze domestiche del forese ricadenti sulle strade piu percorse; e sistema di raccolta su strada con "carta smeraldo" per le piccole localita in aree piu decentrate e per chi ha case di proprieta ma non e residente nel comune di Santa Sofia.

Il sindaco Daniele Valbonesi, nel tracciare un primo bilancio della novità, rende noto che "sono state recuperate molte utenze "fantasma" e in generale la stragrande maggioranza dei cittadini sta differenziando e seguendo quanto stabilito. Non mancano alcune difficolta logistiche che l'assessorato all’ambiente di Tommaso Anagni ed il gestore stanno cercando di risolvere. Non mancano neppure gli abbandoni, soprattutto nei pressi dei cassonetti. A questo riguardo non mancano neppure i controlli delle forze addette che porteranno, già in questi giorni, a contravvenzioni di cui verrà data informazione".

Tra i servizi attivi c'è quello della stazione ecologica mobile ogni martedì e un sabato ogni due settimane al parcheggio di via Nefetti e il ritiro gratuito degli ingombranti a domicilio. "Il cambiamento è difficile, ma rimane la disponibilità necessaria per qualcosa di non scontato, ma neppure cosi complesso - rimarca Valbonesi -. Molti cittadini hanno domande e problemi, magari legati al fatto che vivono in luogo difficili da raggiungere o per i rifiuti degli animali domestici. Sono problemi che si possono risolvere assieme, se c'e la disponibilita a farlo. Non si risolvono sicuramente moltiplicando piccoli raccoglitori o postazioni per la raccolta differenziata". 

A Santa Sofia la percentuale dei rifiuti differenziati supera il 50%, poichè, evidenzia il sindaco, "negli ultimi anni si era avviato un lavoro "di preparazione" non banale che ha visto prima la raccolta dei rifiuti organici e degli oli usati, nonche ripetute campagne informative per tutte le utenze e nelle scuole. Tale dato non è pero sufficiente per gli obiettivi della regione Emilia-Romagna, che ha competenza legislativa sul tema, e per quelli programmatici dell'attuale amministrazione comunale. Non è soprattutto sufficiente per motivi ambientali che non possono piu attendere".

Cosa possono fare i cittadini per migliorare le cose? Questi i punti elencati dal sindaco: "Differenziare e ridurre i rifiuti; informare (anche con materiale fotografico) gli amministratori, il gestore o le forze dell'ordine di abbandoni o scarichi non corretti; consultare il rifiutologo la cui app e scaricabile da smartphone; e in caso di necessita telefonare al Servizio Clienti Hera 800.99.500 (famiglie) e 800.999.700 (attivita), attivo dal lunedi al venerdi dalle 8 alle 22 e il sabato dalle 8 alle 18".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santa Sofia, primo bilancio del nuovo sistema di raccolta rifiuti: "I cittadini differenziano, ma non mancano gli abbandoni"

ForlìToday è in caricamento