Crisi azienda Alpi, "procedere agli ammortizzatori sociali possibili"

""La crisi dell’Azienda ALPI si aggiunge ad un quadro disperato che nel nostro territorio vede circa 9.000 lavoratori in cassa integrazione, 3600 iscritti al Centro per l’Impiego ed una qualità dell’occupazione sempre più precaria"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

"La crisi dell’Azienda ALPI si aggiunge ad un quadro disperato che nel nostro territorio vede circa 9.000 lavoratori in cassa integrazione, 3600 iscritti al Centro per l’Impiego ed una qualità dell’occupazione sempre più precaria. Considero questa situazione un altro dramma nel dramma ed esprimo la mia solidarietà, unitamente a quella delle Istituzioni del Comune di Forlì, a tutti i lavoratori dell’ALPI di Modigliana. Unendomi all’appello dei rappresentanti dei lavoratori chiedo all’Azienda di non procedere alla messa in mobilità – licenziamenti di 250 lavoratori, ma di utilizzare in questo momento di crisi, tutti gli ammortizzatori sociali possibili".

Torna su
ForlìToday è in caricamento