"Meno Frecciargento", ma Trenitalia chiarisce: "Saranno inseriti a breve nel portale"

"Trenitalia inoltre - afferma Bertani - dovrebbe comunicare anticipatamente alla Regione le modifiche e le variazioni di treni e fermate sulla circolazione nazionale che hanno conseguenze su quella regionale"

Fermate soppresse e meno treni a disposizione dei pendolari sulla linea Rimini-Bologna. È quanto accadrà al prossimo 15 dicembre in base al nuovo orario invernale pubblicato sul sito di Trenitalia. In particolare da metà dicembre scompariranno diversi Frecciargento, sia nella fascia mattutina che in quella serale, nelle stazione di Forlì, Cesena e Faenza, sia in direzione sud che nord. "Già nei mesi scorsi, a causa della sostituzione di molti collegamenti effettuati con treni Frecciabianca con altri Frecciargento (meno capienti e più costosi) molti pendolari si sono dovuti spostare su treni regionali sempre più affollati ed inadeguati per frequenza e capienza alle esigenze derivanti dal taglio del servizio a media-lunga percorrenza delle principali fermate in Romagna", spiega Andrea Bertani, capogruppo regionale del MoVimento 5 Stelle.

"Adesso questa nuova scelta di Trenitalia, che fa seguito a quella sulla soppressione di alcune fermate lo scorso anno, è semplicemente inaccettabile e avrà evidenti e gravissime ripercussioni su tutto il servizio regionale, obbligando i pendolari a far ricorso all’auto per spostarsi con le ripercussioni sul traffico e la qualità dell’aria che tutti noi conosciamo - prosegue l'esponente pentastellato -. In più nutriamo molti dubbi rispetto alla possibilità per gli utenti abbonati ad utilizzare anche nel prossimo anno i collegamenti Frecciargento alle stesse condizioni dei Frecciabianca".

Per questo il MoVimento 5 Stelle ha presentato una risoluzione per impegnare la Regione di richiedere al più presto un incontro con Trenitalia, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, gli Enti Locali e le associazioni degli utenti per definire congiuntamente il quadro dei servizi da assicurare e di recedere immediatamente dalle modifiche introdotto con il nuovo orario invernale. "Trenitalia inoltre - conclude Bertani - dovrebbe comunicare anticipatamente alla Regione le modifiche e le variazioni di treni e fermate sulla circolazione nazionale che hanno conseguenze su quella regionale".

Trenitalia

"Occorre evidenziare che l’assenza dai sistemi informatici dal 15 dicembre di Frecce e altre corse ferroviarie che sono presenti nell’attuale orario non equivale a una loro cancellazione - precisano invece da Trenitalia - I treni mancanti saranno infatti inseriti nei canali commerciali di Trenitalia progressivamente non appena terminata la definizione delle loro tracce orarie con Rfi, gestore dell’infrastruttura. Si tratta di una complessa operazione di definizione degli orari di sosta, partenza, arrivo e transito di oltre 8mila corse internazionali, nazionali, regionali e cargo nelle stazioni, nelle fermate e lungo l’intera rete ferroviaria italiana. Nell’occasione si stanno anche introducendo alcune modifiche di orario finalizzate a migliorare puntualità e regolarità dei servizi, il che rende l’intera operazione ancora più delicata e importante".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Forlì usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro frontale sulla via per la Tangenziale: uno degli automobilisti non ce l'ha fatta

  • Dramma in A14, auto si schianta fuori strada e si ribalta nel fosso colmo d'acqua: un morto ed una donna ferita

  • Si ritrova "sgraditi ospiti" nella minestra: protesta per le larve nel pacco di pasta

  • Non rispondeva al telefono: trovato senza vita seduto sul divano davanti alla tv

  • Scontro frontale sotto il diluvio nei pressi della Tangenziale: due feriti, uno è gravissimo

  • Nuova avventura per Riccardo La Corte: brindisi d'inaugurazione per il nuovo ristorante che porta il suo nome

Torna su
ForlìToday è in caricamento