rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

Da inizio anno nove casi di intossicazioni da funghi in Romagna: consigli per la raccolta e il consumo

Dall'Ispettorato ecco un vademecum da seguire durante la raccolta e per un corretto utilizzo di funghi

L’Ispettorato Micologico del Dipartimento di Sanità Pubblica, coordinato dal dottor Silvio Cantori, informa che dal mese di dicembre gli sportelli micologici degli ambiti di Cesena, Forlì e Rimini svolgeranno la propria attività di consulenza e certificazione funghi a privati cittadini e agli esercenti il commercio solo previo appuntamento. Per l'ambito di Forlì il numero da contattare è 0543 733585. Nell’anno in corso si sono verificati 9 casi di intossicazioni da funghi.

Dall'Ispettorato ecco un vademecum da seguire durante la raccolta e per un corretto utilizzo di funghi: "evitare la raccolta di funghi indiscriminata, nel rispetto dell’ambiente avendo presente che tutti i funghi sono importanti per l’ecosistema; evitare il consumo di funghi in grandi quantità ed in pasti ravvicinati essendo un alimento difficile da digerire; evitare il consumo di funghi da parte di persone che soffrono di intolleranze alimentari o disturbi dell’apparato digerente, donne in gravidanza e bambini; evitare il consumo di funghi raccolti da privati cittadini o posti in vendita senza la certificazione di commestibilità rilasciata da professionisti abilitati; ed infine ricordare che quasi la totalità dei funghi commestibili provocano disturbi, o veri e propri avvelenamenti, se consumati crudi, poco cotti o in quantità eccessive".


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da inizio anno nove casi di intossicazioni da funghi in Romagna: consigli per la raccolta e il consumo

ForlìToday è in caricamento