rotate-mobile
Cronaca

Facoltà di Medicina, laboratori all'avanguardia: prime lezioni in 3D in ospedale

I laboratori che sono stati pensati e costruiti all’interno dell'ospedale Morgagni- Pierantoni dimostrano la sinergia e l’interazione tra Ausl Romagna, Università di Bologna e Territorio", evidenzia Stella

Prime esercitazioni in presenza per gli studenti di Medicina e Chirurgia del Campus di Forlì, nei laboratori didattici ubicati nel Padiglione "Valsalva". "E’ stato molto bello vedere varcare la soglia dei nuovi laboratori del corso di laurea in Medicina e Chirurgia di Forlì da parte dei primi studenti iscritti al corso - sono le parole di Franco Stella, coordinatore del Consiglio del Corso di laurea in Medicina del Campus di Forlì, e direttore della Chirurgia Toracica di Forlì -. É stato bello perché l’Università deve ruotare intorno agli studenti". "E' una giornata storica - ha evidenziato il sindaco Gian Luca Zattini -. E' fantastico vedere la realizzazione di un percorso così difficile, ma ricco di soddisfazioni, che cambia e cambierà la nostra città, la nostra qualità della vita e la nostra sanità".

VIDEO, LE NUOVE AULE LABORATORIO - L'emozione degli studenti

Stella entra nel dettaglio circa la struttura delle aule: "I laboratori che sono stati pensati e costruiti all’interno dell'ospedale Morgagni- Pierantoni dimostrano la sinergia e l’interazione tra Ausl Romagna, Università di Bologna e Territorio - prosegue -. Per la prima volta, e devo dire come Coordinatore del Corso di laurea, sono molto emozionato. Ho visto varcare questi nuovi spazi dedicati agli studenti per le esercitazioni. In particolare, per lo svolgimento della prima lezione di Laboratorio di Anatomia con la responsabile, professoressa Irene Faenza, dell’ospedale "Morgagni Pierantoni".

Facoltà di Medicina, prime lezioni nei laboratori al "Morgagni-Pierantoni"

I laboratori didattici di Medicina sono dotati di strumentazioni all’avanguardia ma in particolare, il laboratorio di anatomia è dotato di uno strumento, l’Anatomage Table, realizzato in California, che è l’unico sistema di anatomia umana reale 3D (https://www.anatomage.com/table-italia/). Gli studenti forlivesi, divisi in gruppi e nel rispetto delle norme di sicurezza, hanno potuto visualizzare l’anatomia esattamente come se si trattasse di un cadavere reale. Il sistema si presenta come un lettino operatorio, dotato di un touch screen in dimensioni reali. Le singole strutture del corpo sono dettagliatamente ricostruite in 3D, con un livello di accuratezza e precisione pari all’anatomia reale e senza precedenti, e possono anche essere sezionate in 3D esaminando 4 cadaveri precedentemente congelati, scansionati e riprodotti digitalmente in tutte le proiezioni e con tutti i dettagli anatomici.

Questo consente di ottenere ricostruzioni reali, maneggiabili tridimensionalmente, delle diverse parti del corpo umano per fare autopsie con un livello di esplorazione e di apprendimento dell’anatomia umana oltre quello che qualsiasi altro cadavere potrebbe offrire, benchè si affianchi comunque all’anatomia settoria classica. Tutto ciò rappresenta un vantaggio per le maggiori opportunità offerte agli studenti di Medicina del Campus di Forlì che oltre all’ambiente accogliente e moderno hanno a disposizione una completa preparazione teorico – pratica di cui disporre in modo estremamente funzionale alle proprie esigenze di studio. L’Anatomage Table e tutta la strumentazione presente nei laboratori didattici del Corso di Medicina del Campus di Forlì, sono stati acquistati grazie ai finanziamenti degli Enti di sostegno, dei finanziatori privati e dei partner locali del progetto di Medicina in Romagna. 

Ad ottobre la partenza delle lezioni al campus universitario di via Corridoni per i primi 95 studenti. Al completamento del ciclo di studi, tra 5-6 anni, Forlì potrà contare circa 600 studenti universitari in più, che si aggiungono agli oltre 5.500 già presenti al campus, a cui si affiancano già ora circa 200 tra docenti e ricercatori e altre 250 unità di personale amministrativo. Insomma, ormai una "città nella città", a 31 anni dal varo della sede distaccata dell'Università di Bologna a Forlì e in Romagna. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Facoltà di Medicina, laboratori all'avanguardia: prime lezioni in 3D in ospedale

ForlìToday è in caricamento