rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
WeekEnd

Segavecchia, Carnevale di San Martino, fuochi propiziatori, teatro, musica ed arte: weekend colorato nel forlivese

La tradizione rivive a Forlimpopoli con la Segavecchia: si apre sabato la festa per le vie del centro. Ad ispirare la festa è una leggenda popolare che racconta che, nel Basso Medioevo, una giovane donna avesse trangugiato un intero salsicciotto in tempo di digiuno quaresimale, così la ragazza fu condannata a morte con una pena terribile: essere segata in due.

Il primo fine settimana di marzo offre diverse opportunità a Forlì e dintorni, partendo dagli appuntamenti legati al carnevale, passano per la tradizione dei 'lumi a Marzo', arrivando agli appuntamenti teatrali con prosa e musical; non mancano la musica e l'arte. Ecco gli eventi da venerdì a domenica sul territorio.

Segavecchia e carnevale

La Segavecchia è una tradizione radicata da tempo immemorabile, una celebrazione che giunge a metà Quaresima, culminando con il taglio dell'enorme fantoccio della Vecchia, un rito propiziatorio con cui vengono allontanati simbolicamente i mali dell'anno precedente: per nove giorni, dal 2 al 10 marzo, la Segavecchia offre una ricca proposta di eventi ludici e culturali, progettati per soddisfare i gusti di tutti i partecipanti. Le sfilate dei carri allegorici si terranno domenica 3 e domenica 10 marzo. Torna anche il Carnvel ad San Marten, domenica, per le strade del quartiere forlivese: concorso per maschere individuali e di gruppo, sfilata, giochi e spettacoli per famiglie e musica.

Fuochi propiziatori

Le case contadine, custodi di una vita legata alla natura, sono il filo conduttore dell’edizione 2024 dei “Lòm a Mêrz”, grande festa popolare che, sotto la preziosa egida del gruppo “Il lavoro dei contadini”, vede la Romagna salutare l’arrivo della primavera bruciando le potature dell’inverno: a Forlì l’appuntamento è per sabato alla Casina Rio del Sol per una giornata all’insegna delle tradizioni e dei sapori genuini della campagna nel rinnovato villaggio contadino di via dei Sabbioni. Domenica si ripropone, alla Fortezza di Castrocaro, uno dei più antichi e diffusi riti agresti che segnava il passaggio dalla cattiva alla buona stagione, il  "Lume a Marzo". In attesa della primavera l’accensione del fuoco era un rito propiziatorio: gli ultimi tre giorni di Febbraio e i primi tre di Marzo, all’Avemaria, le campagne si costellavano di fuochi, tenuti accesi per ore e ore da uomini che mantenevano viva questa pratica tramandata per secoli dai loro padri.

Di corsa in montagna

Tra le cime del Monte Falco (1657 m), Monte Falterona (1654 m) e Monte Gabrendo (1540 m), Campigna è il paesino più piccolo e alto della Valle del Bidente, cuore del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, immerso in una delle foreste storiche più importanti a livello nazionale: il Campigna winter trail (CWT) arriva domenica, una corsa in montagna in semi autosufficienza alimentare in ambiente naturale.

Sui palcoscenici

Posti esauriti al Teatro Diego Fabbri di Forlì per "Chicago".  in scena venerdì, e interpretato nei ruoli principali da Stefania Rocca, Giulia Sol, Brian Boccuni e Chiara Noschese che ne cura anche la regia. Scritto da tre autori d’eccellenza John Kander (musica), Fred Ebb (testi e libretto) e Bob Fosse (libretto, regia e coreografia), Chicago è uno dei grandi classici del musical. Venerdì spostandosi al Testori va in scena una replica straordinaria di "Cross the line", lo spettacolo di Compagnia Rodisio, che nasce come progetto di ricerca, formazione e creazione teatrale dedicato al giovane pubblico (12+), realizzato grazie al lavoro di più di 500 ragazze e ragazzi, tra i 12 e i 17 anni, che hanno partecipato al progetto tra Italia e Francia, tra il 2021 ed il 2023.  "Do ov" è invece il titolo dello spettacolo che, sempre venerdì, la Compagnia dla parochia di Carpena porterà sul palcoscenico del Teatro Comunale di Predappio: la storia si svolge nella modesta abitazione di Paolo e Beatrice che ospitano Bianca, una eccentrica cugina benestante, con la speranza che possa contribuire all’economia famigliare molto instabile.

Sabato la Fabbrica delle Candele ospita un monologo-spettacolo di Mariolina Coppola che chiuderà il ciclo degli eventi legati alla mostra 'Custodire per trasmettere: testimonianze sui femminismi degli anni Settanta a Forlì', 'Canto e Cuntu': con l'accompagnamento musicale di Marco Versari e Lara Mengozzi, è un viaggio semiserio su quelle che, nel corso degli anni, sono state le riflessioni delle donne su se stesse e sulle proprie condizioni di vita nel pubblico e nel privato, in un progressivo smarcamento dagli stereotipi dei ruoli e dei sentimenti e dai condizionamenti di un pensiero maschile. Sabato al Teatro Dragoni di Meldola va in scena "Petali nella corrente", spettacolo teatrale sulle malattie rare, di Denio Derni: quindici attori, in gran parte giovanissimi, e nove  giovani danzatrici propongono un affresco corale che parla a tutti, perché la fragilità accompagna ciascuno di noi nella difficoltà e nella dolcezza del vivere.

Si terrà domenica nell’ambito della rassegna “I pomeriggi del bicchiere” la cerimonia di premiazione della seconda edizione del Premio Letterario Dante Arfelli - Opera Prima Città di Bertinoro: un omaggio alla figura dello scrittore Dante Arfelli, nato a Bertinoro nel 1921 e autore del romanzo “I superflui”, che fu un vero caso editoriale. Pubblicato nel 1949, il libro vinse il premio Venezia (antenato del premio Campiello) e ottenne un grandissimo successo non solo in Italia, ma anche all’estero (ottocentomila copie vendute soltanto negli Stati Uniti).

In musica

Domenica il cartellone 2023-2024 del Teatro Mentore di Santa Sofia propone il concerto dell’Orchestra Senzaspine che eseguirà “Il Carnevale degli animali” di Camille Saint-Saens: l’Orchestra Senzaspine è un’orchestra sinfonica giovanile nata a Bologna nel 2013. Creata dai maestri Tommaso Ussardi e Matteo Parmeggiani, oggi conta oltre 450 musicista under 35. Filippo Gambetta e Sergio Caputo propongono domenica al Circolo Polare Artico di San Pietro ai Prati un concerto di composizioni originali e brani tradizionali da loro arrangiati, rivolti ad un pubblico di ascoltatori e di danzatori. Il loro concerto è un viaggio sonoro che tocca numerosi territori musicali: l’Appennino Ligure, il Centro Francia, approdando anche in Brasile con un omaggio allo Choro.

In mostra

Al San Domenico di Forlì è aperta la mostra Preraffaelliti. Rinascimento moderno, diretta da Gianfranco Brunelli e a cura di Elizabeth Prettejohn, Peter Trippi, Francesco Parisi e Cristina Acidini: attraverso circa 300 opere tra dipinti, sculture, disegni, stampe, fotografie, mobili, ceramiche, opere in vetro e metallo, tessuti, medaglie, libri illustrati, manoscritti e gioielli, la mostra racconterà questa storia affiancando per la prima volta, grazie ai generosi prestiti concessi dai musei europei, una consistente rappresentanza di modelli italiani, tra cui opere di antichi maestri, alle opere britanniche.

"Picta - Premio Città di Castrocaro Terme e Terra del Sole" torna a nobilitare la scena culturale con una formula rinnovata e arricchita nei contenuti e nella veste formale: il cinquecentesco Palazzo pretorio di Terra del Sole sarà il cuore pulsante di una manifestazione caratterizzata da grandi numeri con una novantina di opere in mostra, realizzate da oltre trenta artisti provenienti dall’Italia e da oltreconfine, mentre quattordici saranno gli eventi collaterali tra incontri, dibattiti, esposizioni, concerti, laboratori per bambini. La Fondazione Dino Zoli di Forlì presenta il progetto Changes: il cambiamento come urgenza della sostenibilità, che intende approfondire il tema ambientale attraverso la mostra d'arte Utopiche seduzioni. Dai nuovi materiali alla Recycled Art. Da Piero Manzoni alle ultime generazioni e una serie di talk ad ingresso gratuito, secondo un approccio non solo estetico, ma anche etico, con riferimenti al mondo della ricerca, della scienza, della tecnologia, della storia, della filosofia e della sociologia.

La sede dell'Istituto Storico della Resistenza e dell'Età ospita la mostra fotografica e documentaria "Custodire per trasmettere. Testimonianze sui femminismi negli anni Settanta a Forlì", organizzata dal Gruppo ricerca femminismi. La mostra "Forum sul Paesaggio n. 3" è ospitata nella bellissima cornice del  Palazzo Pretorio di Terra del Sole: curata dalla critica d'arte Silvia Arfelli, l'esposizione presenta una serie di dipinti rappresentativi della ricerca stilistica e tecnica di trentaquattro Artisti contemporanei provenienti da tutta la penisola, dal Piemonte alla Sicilia, che sottolineano la bellezza del paesaggio attraverso altrettante visioni poetiche. 

Qui tutti gli eventi in programma nella nostra sezione: "Cosa fare in città"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Segavecchia, Carnevale di San Martino, fuochi propiziatori, teatro, musica ed arte: weekend colorato nel forlivese

ForlìToday è in caricamento