rotate-mobile
WeekEnd

Il weekend lungo della Madonna del fuoco tra la tradizionale fiera, mostre, teatro con Franco Oppini e trekking

Forlì è già immersa nelle celebrazioni della patrona, e nelle tradizione ad essa legate, come quella della piadina, attendendo il giorno clou di venerdì, non mancano poi gli appuntamenti a teatro con il ritorno di "Cocktail x 3" e lo spettacolo di burattini

Tradizioni e celebrazioni si fondono in questo fine settimana, appuntamenti a teatro per grandi e piccini, un trekking guidato nel ricordo del partigiano Stoppa e poi le immancabili mostre. Ecco tutti gli eventi da venerdì a sabato.

Forlì celebra la Madonna del Fuoco

Venerdì ricorre la festa della prtona della città. La Madonna del Fuoco si celebra con cerimonie religiose e una grande fiera che si svolge sull’ampia area che va da piazza del Duomo sino a piazza Saffi. Il giorno della festa patronale nelle numerosissime bancarelle che vengono allestite, tra dolciumi, torrone e merci di ogni tipo, si può acquistare la tipica “piadina della Madonna”, un panetto dolce di forma ovale, condito di semi di anice, crema e uvetta secca. Dalla sera del 3 fino alla notte tra il 4 e il 5 febbraio, migliaia di lumini rossi vengono lasciati accesi sui balconi e sui davanzali delle finestre. All'Oratorio di San Sebastiano si può visitare la  mostra fotografica "Nostra Donna del Fuoco" di Giulio Sagradini, che racconta la forte devozione popolare per la Madonna del Fuoco che da secoli unisce Forlì; una fede che ha valicato le mura cittadine raggiungendo anche luoghi lontani. 

A teatro

Al Teatro comunale di Predappio torna, per il recupero della data persa, lo spettacolo "Cocktail x 3" che porta sul palco Franco Oppini, Miriam Mesturino, Marco Belocchi. Cocktail per tre (nel titolo originale Caprichos), in scena domenica,  è una commedia nel senso più nobile del termine. Ovvero una trama ben strutturata, dei personaggi credibili, dialoghi scoppiettanti, un finale a sorpresa. Una di quelle commedie che, nonostante metta in scena uno dei temi più sfruttati, il triangolo amoroso, riesce, con un’ennesima variazione, ancora a stupire e a far riflettere, pur divertendo. Proseguono, sempre domenica, gli appuntamenti con la rassegna Favole al Teatro Il Piccolo di Forlì. Vladimiro Strinati porterà sul palco i suoi simpatici burattini nel divertente spettacolo "Nonna e Volpe", scritto dallo stesso artista insieme a Danilo Conti. Una divertente vicenda di due personaggi agli antipodi.  Ne scaturisce un conflitto surreale in cui si assiste allo scontro tra due visioni della vita diverse, il vecchio e il nuovo, il passato e il presente. 

Ricordo del partigiano Stoppa e di Carlo Flamigni

Con un trekking sul Monte Tiravento, domenica si andrà a conoscere la nascita di della canzone d’amore e Resistenza “Giovanna mia”, nell’anniversario della morte di uno dei due protagonisti, il Partigiano Stoppa, primo caduto dell’Ottava Brigata Garibaldi al Monte Tiravento, accompagnati dalle storie di Resistenza raccontate da Giancarlo Dini. Un incontro in ricordo di Carlo Flamigni, venerdì, con la presentazione del libro “Carlo Flamigni Una vita coerente Medicina Bioetica Impegno civile Letteratura “. Dalla fine degli anni sessanta al 2020, Flamigni è stato protagonista della vita sociale italiana coniugando il suo impegno per il progresso scientifico, per il rispetto delle libertà e l'affermazione dei diritti, in particolare i diritti delle donne con le quali ha percorso e accompagnato le tante battaglie per l'affermazione del diritto all'autodeterminazione. 

Mostre e arte

Nella sede di Casa Saffi  a Forlì, l’Istituto Storico della Resistenza e dell’età contemporanea di Forlì-Cesena presenta al pubblico una selezione di documenti e fotografie provenienti dall’archivio della Federazione Forlivese del  PCI depositato presso l’Istituto, a coronamento di un progetto pluriennale di riordino di tale patrimonio e in occasione del centenario della fondazione del partito. La Galleria Wundergrafik organizza fino a domenica una retrospettiva sul pittore e concittadino Sergio Camporesi (1915 – 1995). La mostra, curata da Davide Boschini, assume un titolo insolito: "Di sguardi d'interni e risguardi d'esterni".  Filo comune delle opere esposte, talune mai presentate prima d’ora ed inedite rispetto ai cataloghi in circolazione, sarà appunto lo sguardo inquieto dell’Artista, che dipingeva gli interni come in un gioco di specchi e i paesaggi della sua Romagna, filtrati dalla memoria e dalla lezione impressionista. Ultima domenica per visitare, nella Galleria Stoppioni a Santa Sofia, la mostra con opere di Nagasawa concesse in prestito dalla Galleria Il Ponte di Firenze. Si tratta in particolare di sei lavori a collage e rame databili fra il 2004 e il 2005 oltre a bozzetti, progetti, articoli giornalistici, fotografie storiche, cataloghi e video: un percorso espositivo che evidenzia ulteriormente il rapporto fra Nagasawa e Santa Sofia. Con l'inizio del 2022 la FumettoDanteca ha dato l'avvio al progetto 'Dante701', iniziando con un calendario di proposte che vede l'evento 'Dante Disneyano' in primo piano. L'esposizione, in sede e online, propone tutte le forme nelle quali è stato presentato l'aspetto dantesco attraverso le opere disneyane.

Il presepe a Vecchiazzano

Fino a domenica c'è la possibilità di vedere il Presepe animato allestito all’interno della chiesa di Vecchiazzano a Forlì: il presepe, è allestito da Franco Casadei e la sua equipe, all’interno della chiesa parrocchiale di San Nicola di Bari, con 30 edizioni all'attivo. Il tema per il 2021 è “Con cuore di Padre Giuseppe ha amato Gesù”, le parole con le quali esordisce la Lettera apostolica “Patris corde” che Papa Francesco ha scritto dedicando l’anno 2021 alla figura di San Giuseppe.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il weekend lungo della Madonna del fuoco tra la tradizionale fiera, mostre, teatro con Franco Oppini e trekking

ForlìToday è in caricamento